Segui Keblog su Facebook:

Un bosco in verticale, parliamo dell’ambizioso progetto dell’architetto italiano Stefano Boeri, dello Studio Stefano Boeri Architetti (Stefano Boeri, Gianandrea Barreca, Giovanni La Varra), in collaborazione con l’imprenditore edile Manfredi Catella (Hines Italia SGR S.p.A.), che consiste in un complesso di due palazzi residenziali a torre interamente occupati da alberi. Il Bosco Verticale, costruito nel 2014 nella zona commerciale di Milano, secondo una classifica redatta dal Council on Tall Buildings and Urban Habitat, nel 2015 si è aggiudicato il premio come «grattacielo più bello e innovativo del mondo».
Le due torri residenziali, alte 110 e 76 metri che contengono 900 alberi e più di 2.000 piante, offrono un modello di edificio sostenibile in un progetto di rimboschimento metropolitano, favorendo lo sviluppo di un microclima che genera umidità, assorbe CO2 e particelle di polvere e produce ossigeno.

Altre info su stefanoboeriarchitetti.net | Facebook | Twitter

bosco-verticale-grattacielo-milano-stefano-boeri-1

bosco-verticale-grattacielo-milano-stefano-boeri-2

bosco-verticale-grattacielo-milano-stefano-boeri-3

bosco-verticale-grattacielo-milano-stefano-boeri-4

bosco-verticale-grattacielo-milano-stefano-boeri-5

bosco-verticale-grattacielo-milano-stefano-boeri-6

bosco-verticale-grattacielo-milano-stefano-boeri-7

bosco-verticale-grattacielo-milano-stefano-boeri-8

Che ne pensi?

Autore