Segui Keblog su Facebook:

La natura produce una serie di pietre e gemme incredibili che non sembrano essere di questo mondo. Gli opali, in particolare, sono delle gemme molto affascinante proprio per le loro incredibili sfaccettature. Alcuni sembrano contenere piccoli fuochi d’artificio nascosti al loro interno, mentre altri assomigliano ad un universo prismatico di luci. Si scoprono continuamente nuove gemme, una più abbagliante di quella precedente, come la Vergine Arcobaleno. Questo splendido opale ha fatto il suo debutto pubblico solo lo scorso anno ad Adelaide, Australia.

La Vergine Arcobaleno è stata scoperta nel 2003 dal minatore John Dunstan nelle miniere di opale di Coober Pedy, che si trova nel sud dell’Australia. Tecnicamente si tratta di un fossile opalizzato, una parte di terra che una volta era un vasto mare pieno di rettili acquatici preistorici. Quando morivano, affondavano sul fondo del mare e venivano sepolti dai sedimenti, restando in quel modo per un lungo periodo di tempo. Il mare si è poi ritirato e la terra si è trasformata in un deserto, dove i livelli di acidità e gli agenti atmosferici hanno rilasciato silice nel terreno. Questo gel poi si è indurito in pezzi di opale che si è fossilizzato nel tempo.

Molti fossili opalizzati mancano di una intensa lucentezza superficiale, ma questo non è il caso della Vergine Arcobaleno, dalla quale si irradia un fuoco interno, raggiante, con fantastici riflessi multicolore, che diventano più intensi come le luci si abbassano. “Non vedrete mai un altro pezzo come quello, è così speciale. Questo opale brilla veramente nel buio più totale, è incredibile”, ha detto Dunstan all’ABC.

Le qualità magiche della Vergine Arcobaleno ne fanno un fossile pregiato. Il suo valore attuale è di oltre $ 1 milione.

fossile-di-opale-si-illumina-buio-virgin-rainbow-1

fossile-di-opale-si-illumina-buio-virgin-rainbow

FONTE mymodernmet.com

Che ne pensi?

Autore