Segui Keblog su Facebook:

Al culmine della seconda guerra mondiale, il Middle East Relief and Refugee Administration (MERRA) allestì campi profughi in Siria, Egitto e Palestina, dove decine di migliaia di persone provenienti da tutta Europa cercavano rifugio.

Il MERRA faceva parte di una rete crescente di campi profughi di tutto il mondo, che furono predisposti grazie ad uno sforzo di cooperazione da parte di governi nazionali, ufficiali militari e organizzazioni umanitarie nazionali e internazionali. I gruppi di assistenza sociale, tra cui il Servizio Internazionale per le Migrazioni, la Croce Rossa, la Near East Foundation e la Save the Children Fund e, più tardi, le Nazioni Unite, collaborarono insieme per la gestione dei campi.

Il Time ha commissionato alla photo editor Sanna Dullaway di colorare alcune delle immagini iconiche dei profughi della Seconda Guerra Mondiale.

Altre info: Sanna Dullaway | Facebook | twitter

Gli sfollati attraversano un ponte sul fiume Elba a Tangermunde

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-01Gli sfollati attraversano un ponte sul fiume Elba a Tangermunde, che è stato fatto saltare in aria dai tedeschi, per sfuggire al caos dietro le linee tedesche causate dall’avvicinarsi dei russi che avanzano. 1° maggio 1945.

Fred Ramage-Keystone / Getty Images / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Sfollati tedeschi al Lehrter Strasse Transient Refugee Camp, Berlino il 26 settembre 1945.

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-05 Henry Burroughs-AP / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Un campo di sfollati in Germania, marzo 1945

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-06Fred Ramage-Keystone / Getty Images / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Sopravvissuti polacchi si riparano dal freddo

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-07Gli unici sopravvissuti di 150 polacchi che camminavano da Lodz, in Polonia, a Berlino Huddle in coperte, il 14 dicembre 1945. Sono in attesa su un binario, nella speranza di essere prelevati da un treno dell’esercito britannico e ricevere aiuto.

Fred Ramage—Keystone/Getty Images / Photo colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Rifugiati a La Gleize, Belgio

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-08Un gruppo di rifugiati su una strada di La Gleize, Belgio, il 2 gennaio 1945. Sono in attesa di essere portati via dalla città dilaniata dalla guerra dopo la sua riconquista da parte delle forze americane.

Peter J. Carroll-AP / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Rifugiati francesi che si riposano per strada

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-09Rifugiati francesi che, tornando alle loro case a St. Pois, in Francia, dopo che i tedeschi furono cacciati dalle forze americane, si fermano a riposare a lato della strada, il 10 agosto 1944.

AP / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Rifugiati in fuga

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-10Un folto gruppo di rifugiati in fuga da Parigi in previsione dell’invasione tedesca, 1940.

FPG / Hulton Archive / Getty Images / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Rifugiati belgi portano con i loro averi, mentre fuggono dall’avanzata dell’esercito tedesco, nel gennaio 1945.

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-11Allan Jackson-Keystone / Hulton Archive / Getty Images / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Una famiglia di profughi belgi a piedi sulla strada verso la Francia, 1940 circa. Dietro di loro ci sono altri gruppi di profughi in fuga dal Belgio

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-12Three Lions-Getty Images / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Sfollati in attesa di attraversare il confine con lo stato neutro del Lichstenstein

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-02Una folla di profughi si trovava dietro il filo spinato, il 18 maggio 1945, in attesa di attraversare il confine con lo stato neutro di Lichstenstein. Un controllo approfondito dall’ufficio doganale doveva essere eseguita per ciascuno di questi sfollati.

Getty Images / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Un uomo tira una carrozzina , attaccato con una corda alla sua bicicletta, su una collina a Roncey, Francia, 7 agosto 1944

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-03Fred Ramage-Keystone / Getty Images / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

Gruppo di passeggeri dalla nave portoghese Serpa Pinto, 31 maggio 1944

foto-colori-rifugiati-seconda-guerra-mondiale-sanna-dullaway-04Gruppo di passeggeri dalla nave portoghese Serpa Pinto, fermato da un sottomarino tedesco, che ha ordinato di abbandonare i profughi al largo delle Bermuda; foto scattata dopo il loro arrivo a Filadelfia, il 31 maggio 1944.

AP / Foto colorazione di Sanna Dullaway per TIME

FONTE designyoutrust.com

Che ne pensi?

Autore