Segui Keblog su Facebook:

Il geniale medico tedesco Gunther von Hagens approda a Firenze con l’esposizione Body Worlds. Eugenio Montale scriveva che “La morte odora di resurrezione” e qui, in questa mostra, i corpi ormai morti prendono nuova vita, si muovono e si ha la sensazione che ci osservino. Tutto verte attorno alla plastinazione che è la tecnica, creata da Von Hagens, che prevede l’introduzione di plastilina al posto dell’acqua nelle cellule dei corpi in modo da ottenere la perfetta conservazione di tessuti ed organi, fornendo una visione dettagliata dei nostri corpi e della loro anatomia.

Assolutamente innovativo e mostruosamente geniale, Von Hagens riesce a modellare i corpi e a ricreare scene di attività quotidiane che immobilizzano il visitatore dall’interno di una teca. Come affermava Frida Khalo: “L’angoscia ed il Dolore, la Morte ed il Piacere non sono nient’altro che un processo per esistere”.

Una mostra originale, mozzafiato, sacra e profana allo stesso tempo, una mostra che comunque insegna a non fare della morte un tabù e a non scandalizzarci nel vedere corpi REALI di defunti messi in mostra. Le foto sono di Alessio Mussetti A.M photos e di Maria Cristina Nicoletti.

Altre info su Facebook | bodyworldsinthecity.it

Foto (1)

Foto (2)

Foto (6)

Foto (7)

Foto (17)

Foto (20)

Questo articolo ci è stato inviato tramite il nostro form.

Che ne pensi?

Autore

"Le immagini aiutano le persone a vedere"