Segui Keblog su Facebook:

La destinazione di tutti i rifiuti del Cairo è conosciuta a livello internazionale come “Garbage City” (“Città Spazzatura”) Ma nel corso delle ultime settimane, il quartiere di Manshiyat Naser è stato testimone di una incredibile ed inaspettata creazione che domina i cumuli di rifiuti che fiancheggiano le sue strade.

È il lavoro più recente di El Seed, l’artista franco-tunisino noto per i suoi grandi murali che fondono calligrafia e graffiti, con il quale abbellisce edifici in tutto il mondo. Il murale si intitola “Perception”, copre 50 edifici con figure blu, arancio e bianco e si può leggere correttamente solo se visto dalla vicina Mokattam Mountain.

“Gli abitanti di questo quartiere vengono chiamati Zabaleen (il popolo della spazzatura), ma in realtà la spazzatura è di tutta la città e loro sono quelli che la puliscono” ha scritto El Seed sul suo sito web.

Altre info su El Seed | Facebook | Instagram | Twitter

murales-cairo-rifiuti-el-seed-01

murales-cairo-rifiuti-el-seed-07

murales-cairo-rifiuti-el-seed-08

murales-cairo-rifiuti-el-seed-10

murales-cairo-rifiuti-el-seed-11

murales-cairo-rifiuti-el-seed-12

murales-cairo-rifiuti-el-seed-09

murales-cairo-rifiuti-el-seed-13

murales-cairo-rifiuti-el-seed-14

murales-cairo-rifiuti-el-seed-06

murales-cairo-rifiuti-el-seed-03

murales-cairo-rifiuti-el-seed-02

murales-cairo-rifiuti-el-seed-04

murales-cairo-rifiuti-el-seed-05

Che ne pensi?

Autore