Segui Keblog su Facebook:

Nulla si butta, tutto può servire. Ingrediente fondamentale: la fantasia. Nell’era del riciclo, scoprire quanto può essere bello sperimentare l’utilizzo di nuovi materiali, oltre ai classici colori e pennelli, per creare composizioni da appendere e personalizzare una parete inusuale.

Oggetti che si utilizzano per altri scopi nella vita quotidiana e che si scoprono avere la possibilità di dare forma, rilievo e carattere ad un’idea.
Sovrapponendoli l’uno con l’altro, si ottengono delle geometrie alternative, calde, che invogliano a toccare oltre che ad ammirare.

Utilizziamo così non solo la vista, ma anche il tatto e volendo anche l’olfatto, perché i chiodi di garofano applicati, per un po’ di tempo, continuano ad emanare il loro aroma.
Ecco un esempio: una serie di piccoli quadretti con tanto di cornice creati utilizzando stuzzicadenti, iuta , bottoni, chiodi di garofano , rafia e piccoli legni .

Altre info su Facebook.

20150530_101342

20150530_101348

20150530_101332

20150530_101356

20150530_101404

Questo articolo ci è stato inviato tramite il nostro form.

Che ne pensi?