Segui Keblog su Facebook:

Il Refuge du Goûter, situato nelle Alpi francesi, è un rifugio di montagna futuristico che rappresenta l’ultima tappa per gli scalatori che risalgono il Monte Bianco. Conosciuto anche come rifugio Goûter, presenta esternamente lati in acciaio inossidabile, creando una forma rigida che è in netto contrasto con il paesaggio innevato e le montagne ondulate.

L’architetto svizzero Hervé Dessimoz ha progettato il rifugio, alto 16 metri, che si affaccia su un precario dirupo di 1.500 metri. Nonostante questo apparente pericolo, sono state adottate misure di sicurezza per garantirne la stabilità: le fondamenta si trovano 14 metri nella roccia, garantendone la robustezza; il rifugio ha la capacità di resistere a venti fino a 300 km; ed è del tutto autosufficiente per energia ed acqua. L’interno è dotato di aree in comune con letti a castello e la possibilità di ospitare fino a 120 persone alla volta.

Se si vuole usufruire di questo remoto rifugio, è obbligatoria la prenotazione, anche solo per entrare al Refuge du Goûter, e la disponibilità è limitata solo ad alcuni periodi dell’anno. Per il 2015, si può restare fino a metà di ottobre.

Altre info su refugedugouter.ffcam.fr

rifugio-futuristico-pareti-acciaio-monte-bianco-refuge-du-gouter-1

rifugio-futuristico-pareti-acciaio-monte-bianco-refuge-du-gouter-6Photo credit: Pascal Tournaire

 

rifugio-futuristico-pareti-acciaio-monte-bianco-refuge-du-gouter-2

rifugio-futuristico-pareti-acciaio-monte-bianco-refuge-du-gouter-3

rifugio-futuristico-pareti-acciaio-monte-bianco-refuge-du-gouter-4

rifugio-futuristico-pareti-acciaio-monte-bianco-refuge-du-gouter-5Photo credit: Gudrun Berghadi, Lucien Fortunati, Pascal Tournaire

FONTE mymodernmet.com

Che ne pensi?

Autore