Segui Keblog su Facebook:

Molti di noi hanno visto quei video su YouTube in cui c’è un cane che canta o che sembra parlare. Ma c’è un cane in particolare che sta davvero imparando a parlare come un essere umano, grazie alla sua paziente proprietaria. Stella, un mix tra un Cane Leopardo della Catahoula e un Australian cattle dog, sta imparando ad utilizzare un dispositivo che viene comunemente usato dai bambini piccoli.

Logopedista insegna al suo cane a parlare attraverso una macchina: sa già 29 parole

Immagine: hunger4words

Christina Hunger, la proprietaria di Stella, lavora come logopedista, e nel suo tempo libero usa le sue abilità e conoscenze per insegnare al suo cane come comunicare. Secondo Christina, Stella conosce già 29 parole e può persino formare frasi di cinque parole.

Logopedista insegna al suo cane a parlare attraverso una macchina: sa già 29 paroleImmagine: hunger4words

Il sistema autocostruito è dotato di numerosi pulsanti che, se premuti, riproducono una voce registrata che pronuncia determinate parole. La 26enne Christina ha iniziato a insegnare a Stella, che ha 18 mesi, a “parlare” attraverso i pulsanti quando il cane aveva solo otto settimane. Ora, secondo quanto riferito, il cane riesce a comunicare il desiderio di andare a fare una passeggiata o di giocare, oppure è in grado di dire che ha bisogno di aiuto, che vuole fare un pisolino e che le manca un particolare membro della famiglia. “Il modo in cui usa le parole per comunicare combinandole tra loro è davvero simile a quello di un bambino di due anni”, ha detto Christina.

Logopedista insegna al suo cane a parlare attraverso una macchina: sa già 29 parole

Pare che Stella non solo riesca a dire ciò che prova, ma anche a rispondere alle domande che Christina le pone. Attraverso il suo Instagram e il suo blog Hunger For Words, Christina ha anche rivelato che il linguaggio del cane si altera se si sente in difficoltà. Ad esempio, una volta Stella aveva sentito un rumore all’esterno dell’abitazione, e ha premuto 9 volte il pulsante della parola “guarda” e poi il pulsante “fuori”.

Logopedista insegna al suo cane a parlare attraverso una macchina: sa già 29 parole

“Sono costantemente sorpresa e scioccata”, ha raccontato Christina. “Ogni giorno dice qualcosa di più incredibile del giorno prima”. La proprietaria del cane ha intenzione di continuare ad espandere le conoscenze di Stella, e ha in programma di insegnare anche ad altri cani a “parlare” allo stesso modo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christina Hunger, MA, CCC-SLP (@hunger4words) in data:

Logopedista insegna al suo cane a parlare attraverso una macchina: sa già 29 paroleImmagine: hunger4words

“Stella adatta il suo messaggio quando non si sente compresa, proprio come tutti noi!”, racconta Christina. “Se qualcuno non ci capisce o non otteniamo la risposta che ci aspettiamo, cambiamo le parole per spiegarci meglio”.

Logopedista insegna al suo cane a parlare attraverso una macchina: sa già 29 parole

Logopedista insegna al suo cane a parlare attraverso una macchina: sa già 29 parole

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christina Hunger, MA, CCC-SLP (@hunger4words) in data:

“Guardate questa sequenza di Stella che ci dice, in tre modi diversi, che voleva andare a giocare!

Prima, Stella ha detto “Venite a giocare”. Quando non siamo andati a giocare, ha aggiunto ulteriori dettagli: “Fuori giocare vi voglio bene”. Alla fine, è diventata ancora più specifica e ci ha detto, “Parco”. Stella è veramente una grande comunicatrice!”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christina Hunger, MA, CCC-SLP (@hunger4words) in data:

“Dopo che Stella ha finito di fare colazione stamattina, ho detto sul suo dispositivo “Stella finito mangiare”. Ha risposto immediatamente “no” ed è tornata alla sua ciotola leccandosi i baffi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christina Hunger, MA, CCC-SLP (@hunger4words) in data:

La formazione di Stella si basa sulla comunicazione aumentativa e alternativa, nota anche come CAA. Come spiega Christina sul suo blog, le persone hanno due tipi di abilità di linguaggio: il linguaggio ricettivo, che è la comprensione della lingua, e il linguaggio espressivo, che è ciò che diciamo e che non è sempre verbale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christina Hunger, MA, CCC-SLP (@hunger4words) in data:

Christina ha pensato che anche se i cani non parlano allo stesso modo degli umani, possono comunque esprimersi in una miriade di altri modi, dall’abbaiare al saltare. Così, ha iniziato insegnando a Stella la parola “fuori”. Christina inizia col premere il pulsante dicendo la parola “fuori” appena prima di aprire la porta di casa. Il cane è diventato così consapevole del collegamento tra la parola e l’atto di uscire fuori, e ha iniziato a premere il pulsante in modo indipendente. Quando Christina ha iniziato a introdurre altre parole, Stella le ha imparate.

Logopedista insegna al suo cane a parlare attraverso una macchina: sa già 29 paroleImmagine: hunger4words

Speriamo, dice Christina, che venga inventato un dispositivo accessibile e che non occupi tanto spazio. Grazie agli insegnamenti di Christina, tutti possono provare ad insegnare al proprio cane a parlare, migliorando così la comunicazione con i nostri amici a quattro zampe!

Logopedista insegna al suo cane a parlare attraverso una macchina: sa già 29 paroleImmagine: hunger4words

Altrove sul Web

Che ne pensi?

Tag