Segui Keblog su Facebook:

Quando qualcuno dice la parola “architettura”, ci immaginiamo bellissimi archi, torri, sculture e muri di pietra, ma alla maggior parte di noi non vengono in mente colori brillanti e vivaci. La moschea di Nasir al-Molk, che vedete nelle immagini qui sotto, è una straordinaria eccezione all’idea che l’architettura storica sia in qualche modo carente di colori vivaci. Non solo le sue finestre di vetro sono riccamente colorate, ma le sue mura sono coperte di bellissime ceramiche colorate con motivi geometrici.

La costruzione della moschea fu iniziata nel 1876 a Shiraz, in Iran, per ordine di Mirza Hasan Ali Nasir al Molk, un signore della dinastia Qajar. Le finestre di vetri colorati catturano la luce mattutina e creano uno spettacolare gioco di luci sul pavimento della moschea, guadagnandosi il nome di “Moschea Rosa” e invitando fotografi da tutto il mondo a catturare la sua bellezza. Sebbene alcune delle ceramiche che la decorano sono di color rosa, sembra che la moschea contenga tutti i colori dello spettro luminoso.

La moschea è caratterizzata da diversi elementi dell’architettura tradizionale islamica, come gli archi arabi e una fontana centrale per le abluzioni (lavaggi rituali), ma le finestre di vetri colorati sono relativamente rare. Solo poche altre moschee, come quella di Masjid al-Aqsane e la Moschea Blu di Istanbul, hanno finestre con vetri colorati.


nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-1
nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-2

nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-3

nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-4

nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-5

nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-6

nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-7

nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-8

nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-9

nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-10

nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-11

nasir-al-mulk-mosque-shiraz-iran-12

Altrove sul Web

Che ne pensi?

Tag