Segui Keblog su Facebook:

Attraverso le sue sculture Bruno Catalano raffigura un popolo nomade, alla ricerca di un luogo ed un domani migliore. I Voyageurs, così si chiamano i suoi viaggiatori in bronzo, dagli inizi della sua carriera sono diventati centinaia.

Sculture figurative di uomini, catturati, come in una fotografia, mentre camminano verso una terra sconosciuta. Uomini a cui manca quasi completamente il torso in opere che sfidano le vecchie convenzioni classiche della scultura.

Posti in luoghi di transito come porti, piazze ed aeroporti, i viaggiatori sono figure deframmentate, svuotate della propria identità, alla ricerca della salvezza o che vanno incontro alla propria rovina, uomini “aperti” al mondo, con solo una valigia piena di sogni e ricordi.

Bruno Catalano nasce in Marocco nel 1960 da una famiglia franco-italiana. In seguito si trasferisce in Francia dove la sua carriera di scultore ha inizio nel 1990, prima sperimentando con l’argilla e passando al bronzo in seguito.

Altre info: Bruno Catalano | Facebook

1

sculture-bronzo-voyageurs-bruno-catalano-14

barbourdesign

2

sculture-bronzo-voyageurs-bruno-catalano-1 racnamagazine

3

sculture-bronzo-voyageurs-bruno-catalano-4 racnamagazine

4

sculture-bronzo-voyageurs-bruno-catalano-10barbourdesign

5

sculture-bronzo-voyageurs-bruno-catalano-6trover

6

sculture-bronzo-voyageurs-bruno-catalano-5 pinterest

7

sculture-bronzo-voyageurs-bruno-catalano-7 barbourdesign

8

sculture-bronzo-voyageurs-bruno-catalano-8 barbourdesign

9

sculture-bronzo-voyageurs-bruno-catalano-9 barbourdesign

10

sculture-bronzo-voyageurs-bruno-catalano-12 barbourdesign

11

Bruno Catalano Tutt'Art@ artpeoplegallery

Altrove sul Web

Che ne pensi?

Tag