in ,

La storia di un uomo che ha riempito la sua casa di animali che nessuno voleva

Segui Keblog su Facebook:

Secondo la LAV, ogni anno in Italia vengono abbandonati in media 80.000 gatti e 50.000 cani. Negli Stati Uniti sono circa 6 milioni gli animali che annualmente finiscono nei canili. Numeri impressionanti che mettono in luce un triste fenomeno che si verifica soprattutto nella stagione estiva, ma non solo.

Se da una parte, a quanto pare, ci sono tantissime persone che decidono di “liberarsi” di un animale domestico, ce ne sono altre che, per fortuna, scelgono con amore di adottarli. Proprio come Steve Greig, un uomo che ha riempito la sua casa di animali che nessuno voleva. Greig, infatti, ha deciso di adottare solo animali anziani, per assicurarsi che possano vivere gli ultimi anni della loro vita nel modo migliore.

Altre info: Instagram

Steve Greig, al momento, ha oltre 20 animali domestici: non solo cani, ma anche conigli, anatre e un maiale

Instagram

Tutto ha avuto inizio quando Steve ha perso il suo amato cane, Wolfgang, in un incidente d’auto. L’uomo, che era legatissimo al suo amico a quattro zampe, decise allora di recarsi in un canile locale per adottare un altro cane: Eeyore, un dolcissimo meticcio di 12 anni con problemi cardiaci. La cosa lo fece sentire talmente bene, per la prima volta dalla morte di Wolfgang, che decise di proseguire su quella strada, e di aiutare altri animali in difficoltà.

Wolfgang era morto, è vero, ma per questo motivo altri animali abbandonati avrebbero avuto una vita migliore.

Molti di loro sono particolarmente anziani e hanno bisogno di numerose cure e attenzioni

Instagram

L’uomo ha raccontato che gli animali anziani sono felici di avere una casa e un proprietario amorevole, e che non perdono occasione per dimostrargli gratitudine. Passano il tempo facendo brevi passeggiate, e facendo compagnia al loro umano sul divano, mentre guarda film o legge libri. Anche se tra di loro vanno d’accordo, non è semplice occuparsi di così tanti animali, con esigenze diverse, e diete differenti: ogni mattina Steve si sveglia alle 5 per preparare il loro cibo. Al momento, con lui vivono 10 cani, 4 polli, 2 anatre, un tacchino, un maiale e 2 conigli, e ha anche uno stagno di carpe koi.

Instagram

Adottando solo animali anziani, Steve ha dovuto presto fare di nuovo i conti con la morte. L’uomo ha raccontato che ogni volta che perde uno di loro si rattrista molto, ma che è felice di averlo accudito con amore fino alla fine della sua vita, e di avergli dato la possibilità di vivere al meglio gli ultimi anni.

Steve ha aperto un account Instagram per documentare la sua esperienze e, condividendo la sua storia, ha ispirato molte persone

Instagram

Sul suo profilo Instagram, Steve condivide le immagini quotidiane di tutti i suoi amici pelosi, e sono molte le persone che lo seguono e che apprezzano il suo “lavoro”. Spesso i follower lo aiutano perfino a scegliere il nome per i nuovi adottati!

Instagram

Nei canili, quando si tratta di adozioni, difficilmente vengono scelti gli animali anziani, ad essere favoriti sono sempre i cuccioli! Questo condanna i più vecchietti a una vita di solitudine. Scegliere di prendere un cane, o gatto, che ha passato gran parte della sua vita in un canile, o per la strada, significa offrirgli l’occasione di conoscere l’amore di una famiglia, la protezione di una casa e la gioia di stare insieme. L’adozione è il regalo più grande che possiamo fare loro. Anche se questo comporta da parte nostra maggiori cure e attenzioni, o il dover fare i conti con un’aspettativa di vita ridotta.

Instagram

Fortunatamente, esistono persone come Steve che aiutano queste creature meravigliose ad avere tutto l’amore e il rispetto che non hanno mai avuto nella vita. Persone che decidono di occuparsi nel modo migliore di cani e gatti anziani, e di accompagnarli con tenerezza e affetto fino al loro ultimo giorno.

Instagram

Questa storia ci ha toccato particolarmente, e con l’esempio di Steve speriamo di ispirare i nostri lettori. Raccontateci cosa ne pensate nei commenti, le vostre esperienze in merito, e se le foto di questi teneri “vecchietti” vi hanno colpito.

Ricordiamoci che i canili in Italia sono pieni di dolci esseri che aspettano solo di essere amati. Se pensiamo di prendere un cane o un gatto, scegliamone uno tra quelli più sfortunati e offriamo loro una seconda possibilità per essere felici!

Se ti piacciono i nostri articoli, segui Keblog su Google News!

What do you think?

46 Punti
Mi Piace

Tocca a te, lascia un commento!

Lascia un commento