Segui Keblog su Facebook:

L’artista Rómulo Celdrán immagina oggetti di uso quotidiano come delle grandi sculture per la sua giocosa serie chiamata Macro. Cose come tappi di bottiglia, fiammiferi e spugne vengono ingrandite centinaia di volte per la serie di sculture.

Il gigantesco dimensionamento funge da lente d’ingrandimento per questi oggetti. Ingrandendo a dismisura i piccoli dettagli, riusciamo a vedere caratteristiche degli oggetti che normalmente non noteremmo perché molto piccoli. Un cappuccio di penna mette in mostra anche l’usura derivata dall’essere masticato.
Il famoso artista pop Claes Oldenburg è stato determinante nello sviluppo del lavoro di Celdran. Oldenburg ha iniziato a creare sculture di grandi dimensioni nel 1960, e sono state fonte di ispirazione per Celdrán.

Altre info su romuloceldran.com | Tumblr | Twitter

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-04

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-09

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-05

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-03

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-12

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-13

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-01

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-02

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-07

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-06

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-11

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-08

sculture-oggetti-comuni-giganti-romulo-cedran-10

FONTE mymodernmet.com

Che ne pensi?

Autore

"Solo l'amare, solo il conoscere conta, non l'aver amato, non l'aver conosciuto" PPP