in

34 esilaranti meme in cui tutti gli introversi si riconosceranno

Segui Keblog su Facebook:

Quando qualcuno ti chiede di descrivere un introverso, ti potrebbe venire in mente la persona più riservata che conosci, quella che per lo più evita le attività sociali preferendo un angolo tranquillo e un buon libro.

Ma che succede se sei tu la persona che sceglie una serata tranquilla a casa piuttosto che una festa piena di gente? O magari ti senti esausto e svuotato dopo aver interagito con qualcuno che non sia un tuo vecchio amico. Se è così, potresti essere tu stesso sei un introverso.

Per rendere l’idea di cosa succede nella testa di un introverso, Keblog ha raccolto per voi una galleria di meme divertenti sul tema. Dai un’occhiata qui sotto, vota i tuoi preferiti e dicci nei commenti se ti riconosci in qualcuno di essi!


I concetti di introversione ed estroversione sono stati sviluppati dallo psichiatra e psicoanalista Carl Jung, all’inizio del 1900. Secondo Jung, uno dei modi più semplici per individuare un introverso è il modo in cui ricarica le sue “batterie”. Gli introversi, ha detto, preferiscono trovarsi in ambienti poco stimolanti e tendono ad isolarsi per ricaricarsi, mentre gli estroversi sono rinvigoriti dall’interazione con gli altri.

L’introversione in sé non è una caratteristica misurabile della personalità. Piuttosto, l’introversione si riferisce a bassi livelli di estroversione. Le persone con livelli più elevati di estroversione hanno queste caratteristiche:

  • cercano l’interazione sociale e le conversazioni
  • si trovano a loro agio in ambienti affollati
  • hanno un carattere più aperto
  • si esprimono facilmente
  • agiscono in modo più impulsivo
  • evitano di trascorrere del tempo da soli

Poiché l’introversione si trova all’altra estremità dello spettro, tende ad avere le caratteristiche opposte. Gli introversi generalmente:

  • si trovano maggiormente a loro agio in ambienti silenziosi
  • amano trascorrere il loro tempo da soli
  • mostrano più riserve che entusiasmo nei contesti sociali


Nel 2011, gli psicologi Jennifer Grimes, Jonathan Cheek e Julie Norem hanno suddiviso gli introversi in quattro tipi principali: introverso socievole, introverso pensieroso, introverso ansioso e introverso controllato.

Gli introversi socievoli apprezzano la solitudine più della maggior parte delle persone. A loro piace stare da soli, ma non sono contrari ad incontri occasionali con amici intimi e familiari.

Da notare anche che è facile confondere un introverso socievole con qualcuno affetto da fobia sociale, ma non è la stessa cosa. Un introverso socievole non evita la folla a causa dell’ansia, ma piuttosto per sua preferenza. Si sente più felice e a suo agio in completa solitudine o in piccoli gruppi di persone, in luoghi più tranquilli.

L’introverso pensieroso è molto riflessivo per natura. Spesso un intellettuale, questo tipo di introverso è in pace quando studia, legge, apprende, ricerca e indaga.

L’introverso pensieroso spesso si ferma a meditare prima di offrire una risposta a una domanda. “Fammi pensare” può essere una risposta molto comune per l’introverso di tipo pensieroso.

Gli introversi di questo tipo sono inclini a perdersi nei loro pensieri e possono “assentarsi” dalle conversazioni per ritirarsi nel loro mondo mentale.

Gli introversi pensierosi a volte vengono scambiati per estroversi perché sono ottimi ascoltatori.

L’introverso ansioso è spesso silenzioso e può sembrare anche nervoso. Questo tipo di introverso si allontana da persone e ambienti che possono stimolare ulteriormente la sua ansia.

L’introverso ansioso evita spesso, e a tutti i costi, le interazioni con altre persone e, per questo, può sembrare maleducato. Tuttavia il suo comportamento di chiusura ha una semplice funzione di difesa.

L’introverso controllato tende ad essere più riservato e tende a tenere alta la guardia attorno ad altre persone, finché non le conosce bene. Ma, piuttosto che timido, sembra semplicemente premuroso e con i piedi per terra.

L’introverso controllato tende ad essere riflessivo e persino laborioso per natura. Spesso quasi privo di emozioni, questo tipo di introverso è risoluto e di natura molto simile a una roccia. L’introverso di tipo controllato è spesso la persona tranquilla e rispettosa su cui gli altri tendono a fare affidamento.

E tu, ti ritieni una persona introversa? Di che tipo? Diccelo nei commenti!

Se ti piacciono i nostri articoli, segui Keblog su Google News!

What do you think?

33 Punti
Mi Piace

Keblogger: Anna Martini

Amo la fotografia, l'arte, il design... e tutto ciò che è creativo!

Tocca a te, lascia un commento!

Lascia un commento