in ,

Foto rare e commoventi di Hachiko, il cane più fedele del mondo

Segui Keblog su Facebook:

Conosciuto ed amato in tutto il mondo per la sua storia commovente, Hachikō rappresenta l’incarnazione dell’amore e della fedeltà.

Hachikō nacque nel 1923 in una fattoria a Ōdate, in Giappone. All’età di un anno, fu adottato da Hidesaburō Ueno, un professore che lo portò a vivere a Shibuya, Tokyo. L’uomo, che era professore nel dipartimento di agricoltura dell’Università Imperiale di Tokyo, prendeva ogni giorno il treno alla stazione di Shibuya per recarsi a lavoro, e al suo ritorno trovava Hachikō ad aspettarlo.

Il 21 maggio 1925, Hachikō, come ogni giorno, si recò alla stazione per attendere il professore, ma l’uomo non fece ritorno. Ueno aveva avuto un’emorragia cerebrale durante una lezione ed era morto.

Il nome di Hachikō è conosciuto in tutto il mondo

Foto rare Hachiko vintag.es

È entrato nella storia per la grande fedeltà dimostrata nei confronti del suo proprietario

Foto rare Hachiko

vintag.es

Hachikō continuò ad aspettare pazientemente il suo proprietario alla stazione ferroviaria ogni giorno, alla stessa ora, per i successivi nove anni, nove mesi e quindici giorni.

Alla morte del suo proprietario, Hachikō continuò a tornare alla stazione ogni giorno …

Foto rare Hachiko vintag.es

… esattamente nell’orario in cui Hidesaburō Ueno faceva ritorno

Foto rare Hachiko vintag.es

I pendolari che avevano notato il cane non furono sempre amichevoli. Ma dopo il 4 ottobre del 1932, quando fu pubblicato un primo articolo su Hachikō, la gente commossa iniziò a portare al cane prelibatezze varie.

E la storia è andata avanti per quasi un decennio

Foto rare Hachiko vintag.es

Nel 1932, un giornale nazionale pubblicò il primo articolo dedicato al fedele Hachikō

Foto rare Hachiko vintag.es

L’articolo era stato scritto da uno degli ex studenti di Hidesaburō Ueno. Il giovane stava scrivendo una tesi sulla razza di cani Akita e vedendone uno alla stazione, seguì Hachikō a casa. Fu l’ex giardiniere del defunto professore a raccontare la storia di Hachikō allo studente e poco dopo, il ragazzo pubblicò un censimento documentato di Akitas in Giappone. Secondo la ricerca, solo 30 cani di razza Akita erano rimasti in Giappone, uno dei quali era Hachikō della stazione di Shibuya.

Successivamente, Hachikō divenne famoso in tutta la nazione

Foto rare Hachiko vintag.es

Le persone cominciarono a recarsi alla stazione di Shibuya per accarezzare Hachikō e portargli delizie

Foto rare Hachiko vintag.es

La storia narra che l’ex studente fece visita ad Hachikō frequentemente e che, nel corso degli anni, pubblicò numerosi articoli sul cane e sulla sua notevole lealtà.

Foto rare Hachiko vintag.es

Nel 1934, l’artista giapponese Teru Ando scolpì una statua di bronzo dedicata ad Hachikō, che però andò persa durante la Seconda Guerra Mondiale. Tuttavia, nel 1948, grazie agli sforzi del figlio dello scultore, venne scolpita una seconda statua del fedele Akita, che tutt’oggi si può visitare. L’ingresso della stazione accanto alla statua è chiamato “Hachikō-guchi”, che si traduce approssimativamente in “L’entrata / uscita di Hachikō”.

Foto rare Hachiko vintag.es

Foto rare Hachiko vintag.es

Nel 1934 fu costruita una statua in bronzo di Hachikō

Foto rare Hachiko vintag.es

Purtroppo, un anno dopo, il cane morì

Foto rare Hachiko wikipedia

Dopo aver aspettato il ritorno del suo proprietario per un decennio, Hachikō morì l’8 marzo 1935. All’epoca, aveva 11 anni. Solo nel 2011 gli scienziati sono stati in grado di determinare finalmente la causa della morte di Hachikō: a quanto pare, il cane aveva un cancro terminale e un’infezione da filaria.

Fu sepolto accanto al suo proprietario

Foto rare Hachiko vintag.es

Dopo la morte di Hachikō, i suoi resti furono cremati e le sue ceneri furono sepolte nel cimitero di Aoyama, Minato, Tokyo. Il fedele amico fu posto accanto alla tomba del suo amato proprietario, il professor Ueno. La sua pelliccia è stata conservata e imbottita per essere esposta in modo permanente al Museo Nazionale della Scienza del Giappone a Ueno, Tokyo.

Foto rare Hachiko wikipedia

What do you think?

Altrove sul Web

Che ne Pensi?

Lascia un commento