in

Le più belle foto di famiglia vincitrici del concorso This is Reportage: Family (40 foto)

Segui Keblog su Facebook:

La maggior parte di noi che si è cimentata per la prima volta nella fotografia ha probabilmente scelto come soggetto qualche membro della sua famiglia. La fotografia di famiglia riscuote sempre molto successo perché è emozionante, evocativa, divertente, malinconica e dolce. A volte, è persino tutte queste cose allo stesso tempo.

Il concorso fotografico This is Reportage: Family mostra tutto ciò e altro ancora. Ad esempio, mostra che la fotografia di famiglia può essere anche arte, arte eseguita al volo e nel più breve dei momenti. Senza pose, come suggerisce il nome stesso del contest, solo attimi di naturalezza e spontaneità.

Vi vogliamo presentare le foto vincitrici delle prime due raccolte di This is Reportage: Family, selezionate da una giuria composta da fotografi di livello mondiale che hanno esaminato oltre 4000 foto di partecipanti provenienti da diversi paesi del mondo. Date un’occhiata, e se volete cambiare la classifica non dovete fare altro che mettere “mi piace” sotto le vostre preferite!

Altre info: thisisreportagefamily.com | Instagram | Facebook


“Catturare l’essenza stessa di ciò che rende la tua famiglia tale”, dice l’organizzazione del concorso. “Questo è ciò che facciamo qui a This is Reportage: Family. I nostri fotografi vogliono catturare tutti quei piccoli momenti, tutte quelle interazioni, quei sorrisi tra i genitori che guardano i loro figli, le corse e le urla mentre i bambini vengono lasciati liberi nel parco giochi, gli eventi quotidiani della loro vita, quando si preparano per la scuola o gli eventi irripetibili come la festa del 90° compleanno della nonna. Tutti quei momenti sono la storia della tua vita, ed è esattamente ciò che vogliamo catturare”.

“Ecco perché, per la stragrande maggioranza dei nostri fotografi, è tutto naturale: catturare ogni momento senza intervenire, senza posare o impostare nulla”, continuano a This is Reportage: Family. “In questo modo, quando riguardi le tue foto dopo un po’ di tempo, ricorderai cosa stava realmente accadendo, cosa stavi provando, piuttosto che cosa il fotografo ti aveva chiesto di fare”.

Se ti piacciono i nostri articoli, segui Keblog su Google News!

What do you think?

Keblogger: Francesca Proietti

Appassionata di animali, fotografia, artigianato e viaggi, nonché keblogger sfegatata!

Ora Tocca a Te, Commenta!

Lascia un commento