Segui Keblog su Facebook:

Per celebrare l’uscita del nuovo attesissimo videogioco Super Mario Odyssey, i ragazzi della redazione di Viking si sono inventati qualcosa di incredibile.

Molti di loro sono appassionati di videogame e spinti da un’idea del team creativo hanno deciso di ricreare il primo livello del leggendario Super Mario Bros, il Mondo 1-1, utilizzando solamente dei Post-it colorati e tanta fantasia.

Sfruttando le pause pranzo ed una stanza con tre pareti senza finestre e muri disadorni, si sono messi all’opera per ricreare una versione gigante del famoso livello. Come prima cosa è stato necessario misurare le 3 pareti per calcolare il numero di Post-it necessari. Conoscendo la misura di ogni Post-it hanno poi calcolato quanti ne occorrevano per realizzare il capolavoro: 31 Post-it in altezza e 85 in larghezza ovvero 2.635 per coprire un solo muro e 6.223 foglietti adesivi in totale!

Per avere un riferimento il disegno è stato diviso in sezioni più piccole che sono poi state tracciate sul muro. Dopo il lavoro preparatorio sono stati attaccati uno ad uno i Post-it colorati partendo dalla fila più in alto e assicurandosi costantemente che il design corrispondesse al progetto su carta.

In totale hanno lavorato al progetto creativo 10 persone che si sono alternate per 7 ore. A lavoro ultimato, un membro del team creativo ha avviato la sua vecchia Nintendo Entertainment System regalando un’esperienza di gioco unica circondati dall’incredibile murale appena realizzato.

Altre info: Blog di Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Murale Super Mario Post-it uffici Viking

Questo articolo ci è stato inviato tramite il nostro form.

Che ne pensi?

Tag