Segui Keblog su Facebook:

Una ragazza in Russia sta combattendo la piaga dei trasporti pubblici conosciuta come “manspreading” versando una miscela di acqua e candeggina in mezzo alle gambe degli uomini. “Manspreading” è il controverso fenomeno degli uomini seduti nei mezzi pubblici che tengono le gambe divaricate occupando anche parte dei posti accanto. Il Manspreading è ampiamente odiato dalle donne (ma anche da molti uomini) non solo perché i soggetti che lo praticano occupano più spazio del necessario, ma anche perché è considerato un simbolo di aggressività e prepotenza maschile.

La ventenne Anna Dovgalyuk, una studentessa di giurisprudenza, afferma che le sue azioni di disturbo sono “a favore di tutti coloro che devono sopportare quegli uomini che manifestano le loro presunte qualità macho sui mezzi pubblici”. La ragazza afferma che questa “aggressione di genere” è un problema enorme e che ha deciso di affrontarla da sola con questa dimostrazione.

Con questa ragazza in giro per la metropolitana, forse gli uomini in Russia faranno più attenzione a come si siedono.

In Russia, una studentessa di 20 anni gira per la metropolitana versando acqua e candeggina in mezzo alle gambe di ignari passeggeri uomini, per combattere il “manspreading”

Ragazza versa candeggina sugli uomini seduti in metrpolitana contro il manspreading, Anna DovgalyukLa ragazza afferma che la miscela che usa è 30 volte più concentrata della miscela usata per il bucato, e i passeggeri maschi ignari colpiti dalle sue incursioni sono finora 70.

“Manspreading” è il controverso fenomeno degli uomini seduti nei mezzi pubblici che tengono le gambe divaricate, occupando anche parte dei posti accanto

Ragazza versa candeggina sugli uomini seduti in metrpolitana contro il manspreading, Anna DovgalyukDovgalyuk dice che la sua candeggina mangia i colori nel tessuto in pochi minuti, lasciando macchie indelebili. Queste macchie servono da “marchi di identificazione”. “Così tutti possono immediatamente capire quale parte del corpo controlla il comportamento di questi uomini”.

La ragazza afferma che la miscela che usa è 30 volte più concentrata della miscela usata per il bucato

Ragazza versa candeggina sugli uomini seduti in metrpolitana contro il manspreading, Anna DovgalyukDovgalyuk ha pubblicato un video intitolato “Allarghi le gambe? Ecco qui” su YouTube, che però è stato rimosso per aver violato le norme della community di YouTube. Secondo Fox News, il video ha ricevuto 1,3 milioni di visualizzazioni in un solo giorno. Non è chiaro quando il video sia stato rimosso da YouTube. Dovgalyuk giustifica le sue azioni in questo modo: “Gli uomini che ostentano la loro pseudo mascolinità nella metropolitana con intorno donne e bambini meritano il disprezzo”.

La candeggina mangia i colori nel tessuto in pochi minuti, lasciando macchie indelebili. Queste macchie servono da “marchi di identificazione”, “così tutti possono vedere quale parte del corpo controlla il comportamento di questi uomini”.

Ragazza versa candeggina sugli uomini seduti in metrpolitana contro il manspreading, Anna DovgalyukQualcuno afferma che il video della ragazza è falso e che gli uomini su cui lei versa la candeggina sono attori pagati, ma si tratta comunque di un messaggio forte. Inoltre, questa non è la prima volta che la ragazza riceve l’attenzione dei media per il suo attivismo. Nel 2017 ha pubblicato un video di lei che si solleva la gonna per mostrare la sua biancheria intima in una stazione della metropolitana di San Pietroburgo per protesta contro l’upskirting. Data la sua storia di coraggioso attivismo, non è difficile immaginare che Dovgalyuk si spingerebbe fino a macchiare i pantaloni ignari uomini con la candeggina per protesta.

Ecco dei frammenti video di queste azioni provocatorie:

Nel 2017, la ragazza attivista protestò contro l’upskirting nella metropolitana di San Pietroburgo:

Che ne pensi?

Tag