Segui Keblog su Facebook:

Il fotografo italiano Max Cavallari crea immagini di persone con i volti risucchiati dai loro cellulari e smartphone. Il progetto, dal titolo Loneliness, tocca le questioni della dipendenza dalla tecnologia e dai social network.

“Smartphone, Tablet e gli altri dispositivi tecnologici 2.0 ci permettono di vedere cose straordinarie dall’altra parte del mondo, e allo stesso tempo ci fanno perdere quei momenti che scorrono intorno a noi”, dice Cavallari. “Ci danno la possibilità di vivere molteplici esperienze emotive e razionali, amplificare le nostre capacità e la portata delle nostre azioni, creare una dimensione parallela, più veloce ed estesa della nostra esistenza fisica, tanto che a volte ci rifugiamo in essa se la nostra “vita reale” diventa noiosa”.

Altre info su Facebook | celesteprize.com | about.me | Tumblr

dipendenza-cellulari-social-network-smartphone-fotografia-max-cavallari-10

dipendenza-cellulari-social-network-smartphone-fotografia-max-cavallari-08

dipendenza-cellulari-social-network-smartphone-fotografia-max-cavallari-01

dipendenza-cellulari-social-network-smartphone-fotografia-max-cavallari-07

dipendenza-cellulari-social-network-smartphone-fotografia-max-cavallari-09

dipendenza-cellulari-social-network-smartphone-fotografia-max-cavallari-06

dipendenza-cellulari-social-network-smartphone-fotografia-max-cavallari-03

dipendenza-cellulari-social-network-smartphone-fotografia-max-cavallari-05

dipendenza-cellulari-social-network-smartphone-fotografia-max-cavallari-04

Che ne pensi?

Autore

"Solo l'amare, solo il conoscere conta, non l'aver amato, non l'aver conosciuto" PPP