Segui Keblog su Facebook:

Tutti gli artisti utilizzano degli strumenti per il loro lavoro, ma lo scultore bosniaco Jasenko Đorđević trasforma gli strumenti stessi in arte. Nato a Tulza, Bosnia, Đorđević usa un coltello X-acto (un tagliabalsa) e un minuscolo scalpello per intagliare dettagliate sculture da punte di matita. Il risultato assomiglia a qualcosa fatto in pietra o in legno carbonizzato.

Đorđević ha iniziato a scolpire questi minuscoli intagli dopo aver visto il lavoro dell’artista Dalton Ghetti.

La grafite o “filo nero” è il materiale scelto da Đorđević, “dal momento che è dura e fragile allo stesso tempo, bisogna essere molto attenti quando si lavora con la grafite, la più piccola mancanza di attenzione può portare alla sua rottura”.

Altre info su toldart.com | Facebook | Instagram | Twitter

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-01

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-04  sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-11

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-09

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-06

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-07

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-03

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-05

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-08

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-02

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-10

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-13

sculture-punta-matita-jasenko-dorđević-12

FONTE mymodernmet.com

Che ne pensi?

Autore