in

Questa bara trasforma i corpi in funghi che guariscono la terra dall’inquinamento

Segui Keblog su Facebook:

Nei Paesi Bassi, una donna deceduta a 82 anni è stata sepolta in una bara realizzata interamente con fibre di funghi a compostaggio rapido. Immaginate la sepoltura come un modo di rendere migliore la salute della nostra Terra, per gli anni a venire. È il futuro immaginato dell’inventore di questa bara, Bob Hendrikx.

Chiamata Living Cocoon (“bozzolo vivente”), questa bara offre a quelle persone attente ai temi ambientali la possibilità di dare il proprio contributo al pianeta, una volta che se ne saranno andate.

Altre info: Instagram | Facebook

Living Cocoon è una bara che trasforma i corpi in funghi capaci di decomporre gli inquinanti nel suolo e convertirli in nutrienti

Bara trasforma i corpi in funghi che nutrono il suolo - Bob Hendrikx, LoopImmagine: loopbiotech

Bob Hendrikx è un 26enne bio-designer dell’Università di Delft che ha avuto l’idea di far crescere il micelio attorno ad un telaio a forma di bara. Il micelio è la parte del fungo che non si vede, la rete fibrosa sotterranea che costituisce, in effetti, la maggior parte del fungo.

La bara è realizzata facendo crescere il micelio attorno ad un telaio

Bara trasforma i corpi in funghi che nutrono il suolo - Bob Hendrikx, Loop

Immagine: loopbiotech

Hendrikx chiama il micelio il “riciclatore della natura”, perché i micologi (gli scienziati che studiano i funghi) hanno dimostrato che riesce a fare quello che altri agenti decompositori non riescono.

Bara trasforma i corpi in funghi che nutrono il suolo - Bob Hendrikx, LoopImmagine: loopbiotech

“Il micelio è costantemente alla ricerca di prodotti di scarto (petrolio, plastica, metalli, e altri inquinanti) e li converte in nutrienti per l’ambiente”, ha detto Hendrikx al Guardian. “Grazie a questa bara nutriamo la terra con i nostri corpi. Siamo nutrienti, non rifiuti”.

Avevamo già visto qualcuno che trasforma le ceneri dei nostri cari in creazioni artistiche nel vetro o persino in diamanti. L’idea del Living Cocoon sembra interessante perché ci consente di aiutare l’ambiente (anzi, di far parte di esso) anche quando non ci saremo più.

Bara trasforma i corpi in funghi che nutrono il suolo - Bob Hendrikx, LoopImmagine: studiohendrikx

A differenza di una bara convenzionale (fatta di legno, stoffa e metallo), che richiede anni affinché si decomponga, pare che il Living Cocoon impieghi una settimana per crescere e circa due o tre anni per decomporsi, con all’interno il corpo del defunto.

Bara trasforma i corpi in funghi che nutrono il suolo - Bob Hendrikx, LoopImmagine: loopbiotech

Attualmente, questa bara costa 1.495 Euro, ma Hendrikx spera che, con l’aumentare della richiesta, sia possibile ridurre il prezzo. L’inventore immagina un futuro in cui ogni bara sotterrata sarà fatta di micelio, consentendo alla specie umana di passare da un esclusivo sfruttamento della natura alla sua protezione.

Bara trasforma i corpi in funghi che nutrono il suolo - Bob Hendrikx, LoopImmagine: studiohendrikx

Loop, l’azienda che realizza il Living Cocoon, sta attualmente conducendo ricerche per valutare sull’impatto di questo tipo di sepoltura sulla qualità del suolo, con la speranza di convincere i politici a convertire le aree inquinate in foreste rigogliose, grazie al nutrimento fornito dai nostri corpi.

Bara trasforma i corpi in funghi che nutrono il suolo - Bob Hendrikx, LoopImmagine: studiohendrikx

Se ti piacciono i nostri articoli, segui Keblog su Google News!

What do you think?

8 Punti
Mi Piace

Keblogger: Francesca Proietti

Appassionata di animali, fotografia, artigianato e viaggi, nonché keblogger sfegatata!

Lascia un commento