Segui Keblog su Facebook:

L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che circa 350 milioni di persone nel mondo soffrano di depressione. Un numero destinato a crescere. E se agli occhi di chi non ne soffre questa malattia può risultare invisibile, chi ne è afflitto vive la propria vita avvolto da un senso di isolamento, disperazione, senso di impotenza, angoscia, senso di vuoto e tristezza. Delle vite in stallo, in una quotidianità difficile da affrontare.

Abbiamo visto numerosi artisti interessati al tema, e magari a loro volta colpiti da questo disturbo in prima persona; pittori, illustratori, fotografi che ci descrivono attraverso la loro abilità come vedono, o come vivono, la depressione.

Nelle immagini seguenti, spesso autobiografiche, alcuni fotografi mostrano tutta la disperazione di questa condizione, in un percorso di autoguarigione, utilizzando la fotografia come forma di arte terapia.

Katie Crawford

ansia-depressione-foto-surreali-autoritratti-katie-crawford-10-keb

ansia-depressione-foto-surreali-autoritratti-katie-crawford-06-keb

ansia-depressione-foto-surreali-autoritratti-katie-crawford-03-kebKatie Crawford

Katie Crawford ha voluto raffigurare la propria battaglia contro ansia e depressione nella serie fotografica “My Anxious Heart”. L’obiettivo dell’artista è quello di tradurre i suoi sentimenti e le sue emozioni in una serie di fotografie surreali.

Gabriel Isak

fotografia-concettuale-depressione-gabriel-isak-4-keb

fotografia-concettuale-depressione-gabriel-isak-3-keb

fotografia-concettuale-depressione-gabriel-isak-2-keb

fotografia-concettuale-depressione-gabriel-isak-1-kebGabriel Isak

Il fotografo Gabriel Isak, ispirandosi all’artista Magritte e al surrealismo, ha creato questo progetto chiamato The Blue Journey, dopo aver affrontato la depressione per sette anni.

Janelia Mould

fotografia-concettuale-depressione-janelia-mould-3-keb

fotografia-concettuale-depressione-janelia-mould-2-keb

fotografia-concettuale-depressione-janelia-mould-1-kebJanelia Mould

Janelia Mould, attraverso il suo progetto Melancholy-una ragazza chiamata depressione, ci da un’idea di come una persona affetta da depressione affronti la vita: la fotografa crea un personaggio che non si sente mai del tutto colmpleto.

John William Keedy

fotografia-concettuale-depressione-john-william-keedy-1-keb

fotografia-concettuale-depressione-john-william-keedy-2-kebJohn William Keedy

Nella sua serie It’s Hardly Noticeable, John William Keedy, mette in luce una serie di comportamenti anomali, ossessivi, di persone affette da malattie mentali che quasi non si notano, come suggerisce il titolo.

Maureen Drennan

fotografia-concettuale-depressione-maureen-drennan-2-keb

fotografia-concettuale-depressione-maureen-drennan-1-keb

fotografia-concettuale-depressione-maureen-drennan-3-kebMaureen Drennan

Immagini che mostrano la fragilità e l’intimità di una coppia alle prese con la depressione, nella serie The Sea That Surrounds Us di Maureen Drennan.

Liz Osban

fotografia-concettuale-depressione-liz-osban-1-keb

fotografia-concettuale-depressione-liz-osan-3

fotografia-concettuale-depressione-liz-osban-2-kebLiz Osban

La fotografa Liz Osban ci mostra il suo viaggio in Islanda in un momento buio della sua vita.

Christian Hopkins

fotografia-concettuale-depressione-christian-hopkins-2-keb

fotografia-concettuale-depressione-christian-hopkins-3-keb

fotografia-concettuale-depressione-christian-hopkins-5-keb

fotografia-concettuale-depressione-christian-hopkins-6

fotografia-concettuale-depressione-christian-hopkins-4-keb

fotografia-concettuale-depressione-christian-hopkins-1-kebChristian Hopkins

Il fotografo Christian Hopkins alle prese con la depressione e la perdita del proprio io.

Edward Honaker

depressione-autoritratti-fotografia-edward-honaker-06-keb

depressione-autoritratti-fotografia-edward-honaker-02-keb

depressione-autoritratti-fotografia-edward-honaker-12-keb

depressione-autoritratti-fotografia-edward-honaker-14-kebEdward Honaker

Dopo la diagnosi di depressione il fotografo Edward Honaker cerca di trasformare la sua esperienza in qualcosa di tangibile. Nasce così una serie fotografica di autoritratti che cattura la sua esperienza personale.

Altrove sul Web

Che ne pensi?

Tag