in , ,

Addio Larry Tesler, l’informatico visionario che ha inventato il taglia, copia e incolla

Segui Keblog su Facebook:

Larry Tesler, il pioniere dell’informatica che ha inventato il taglia, copia e incolla, è scomparso all’età di 74 anni. Se usi un computer tutti i giorni, prova ad immaginare come sarebbe se non avessi a disposizione questi comandi che oggi vengono dati per scontati, ctrl+C e ctrl+V. Un inferno, giusto? Già, la nostra giornata lavorativa è più semplice grazie alle idee rivoluzionarie e controcorrente di Tesler, che vedevano un computer non più per pochi ma alla portata di tutti.

Sul suo sito web aveva scritto: “Sono stato erroneamente definito il padre dell’interfaccia grafica del Macintosh. Non lo sono. Tuttavia, un test di paternità potrebbe scoprire che sono uno dei suoi molti nonni”. Il comando taglia, copia e incolla, forse l’innovazione più famosa di Tesler, si basava sul vecchio metodo di editing manuale in cui le persone tagliavano fisicamente parti di testo stampato e le incollavano altrove. Il comando fu incorporato nel software Apple sul computer Lisa nel 1983 e sul Macintosh originale che fu presentato l’anno successivo.

Larry TeslerImmagine: The Instigator

Il genio e visionario della scienza informatica era nato nel Bronx, a New York, nel 1945, e successivamente studiò informatica alla Stanford University in California. L’ossessione di Tesler era l’interazione uomo-computer, quindi l’interfaccia utente, e mise le sue idee al servizio di colossi del calibro di Amazon, Apple, Yahoo e il Palo Alto Research Center della Xerox (PARC).

Larry Tesler


Immagine: The Instigator

L’illustre carriera di Tesler iniziò alla Xerox, ma non passò molto tempo prima che Steve Jobs notasse il suo talento e lo volesse alla Apple nel 1980. Trascorse 17 anni alla Apple, diventò capo scienziato nel 1993, e fu lì che ideò il comando taglia, copia e incolla.

Se per qualche motivo al mondo non conosci questo comando informatico, è il processo di rimozione o di copia di una sezione di testo e della successiva ricollocazione altrove.

Nel 1997, Tesler lasciò la Apple e andò alla Stagecast, una startup di software educativi.

Larry TeslerImmagine: Wikimedia

Parlando di Silicon Valley nel 2012, Tesler disse: “C’è quasi un rito di passaggio: dopo aver fatto un po’ di soldi, non vai in pensione, ma passi il tempo a finanziare altre società. C’è un elemento molto forte di eccitazione, quello di poter condividere ciò che hai imparato con le future generazioni”.

What do you think?

Ora Tocca a Te, Commenta!

Lascia un commento