in , ,

Un London bus trasformato in abitazione. Ecco come ho fatto

Segui Keblog su Facebook:

Sono Roberto all’anagrafe, ma ormai per tutti Bob (come Bob aggiustatutto, noto cartone animato). Nel 2013 arrivo nel campeggio di Ponte Barberino (Bobbio, Piacenza) e mi metto subito all’opera per costruire un bungalow, 30mq abitabili con bagno, camera per le ragazze, camera da letto ed un angolo cucina con annesso salottino. Il buon risultato e la mia tanta voglia di fare mi spinge a costruirne altri due per amici e parenti.

Nel 2018 di ritorno da una vacanza in Spagna, macino l’idea di fare un qualcosa di diverso dalla solita casetta e mi metto alla ricerca di un autobus di linea, la vecchia 50 di Milano, quella che prendevo per andare a scuola. Ma ben presto devo abbandonare l’idea: ATM non vende a privati. Inizio, ma senza smania, a cercare sul web ed in 2 settimane trovo un London Bus a Caserta (richiesta 15.000€).

Altre info: londonbuspontebarberino.it | Facebook | Instagram | Pinterest

London Bus Ponte Barberino

Con il mio socio Filippo ci armiamo di ITALO e andiamo a vederlo. Il proprietario, Nello, è una persona squisita, il mezzo è fatiscente ma per me ha tanto potenziale e lui ha solo tanta voglia di sbarazzarsene per liberare il suolo.

London Bus Ponte Barberino

Si ritorna a Milano e durante il viaggio in treno si inizia a fantasticare. La famiglia mi lascia carta bianca ed inizia una trattativa (conclusasi a 5000€), ma anche un grosso problema: “il trasporto”.

London Bus Ponte Barberino

Decine di mail di rifiuto, a causa delle dimensioni, e solo una ditta viene presa in considerazione. Grazie alla testardaggine del trasportatore, si smontano ruote e tamburi, ed il bus viene trasportato fino a Bobbio.

London Bus Ponte Barberino

Siamo ad Ottobre 2018 quando il bus arriva, e nello stesso giorno iniziano i lavori, da poter effettuare solo i sabati per avere almeno un giorno di riposo alla settimana, la domenica.

London Bus Ponte Barberino

Entusiasta dell’operazione mi viene in soccorso Claudio, amico nonché stanziale del campeggio, e iniziamo cosi i lavori di smantellamento. Io e lui lavoriamo per tutto l’inverno, con anche -10 gradi ed un freddo da non farti sentire più le dita delle mani e dei piedi, ma l’obbiettivo era di finirlo prima della riapertura del campeggio, prevista per il 1 maggio.

London Bus Ponte Barberino

Iniziamo con il coprire il bus per evitare infiltrazioni d’acqua durante le piogge invernali, smantelliamo tutto ed iniziamo dal piano rialzato.

London Bus Ponte Barberino

Per prima cosa è stato necessario rendere il pavimento in piano, poi abbiamo creato le pareti di divisione per le stanze, coibentato il tetto con pannelli di poliuretano e rivestito con perline di abete. Stesso lavoro per le pareti.

London Bus Ponte Barberino

London Bus Ponte Barberino

London Bus Ponte Barberino

Finita la parte sopra, iniziamo il piano sottostante. Qui, il soffitto è stato più facile perché non era da coibentare, il pavimento era già in piano e gli spazi più ampi, dato che non serviva creare pareti.

London Bus Ponte Barberino

London Bus Ponte Barberino

London Bus Ponte Barberino

London Bus Ponte Barberino

Poi venuto il momento della tettoia esterna a copertura dell’intero bus e del patio. In questa occasione è venuto in soccorso il mio socio Filippo e, in un solo giorno, la tettoia era in piedi. Si, perché dimenticavo di dirvi che Claudio è un bancario, nulla a che fare quindi con il fai da te, ma è una persona che apprende in fretta e mi è stata di grande supporto.

London Bus Ponte Barberino

Nella seconda fase, dato che il clima lo permetteva, anche la famiglia si è messa all’opera, applicando impregnante sulle assi del patio, pulendo e preparando pranzi degni di un cantiere.

London Bus Ponte Barberino

È ormai primavera e siamo alle porte della riapertura del campeggio. Mancano le ultime cose da sistemare: finire l’impianto elettrico, idraulico, portare gli elettrodomestici e collaudare il tutto.

London Bus Ponte Barberino

London Bus Ponte Barberino

Tutto pronto, frigo vintage, lavastoviglie, forno e fornelli, e riscaldamento a termoconvettori per le notti più fresche. Tutto pronto con 50 giorni di lavoro. Costo totale di tutto il progetto: 17.000 euro di cui 8.500 euro per il bus e il trasporto, chiaramente manodopera esclusa, e un tavolo lungo fatto su misura per pranzare insieme a tutti gli amici.

London Bus Ponte Barberino

Inauguriamo il 15 giugno con tutti gli amici del campeggio e non, che ci riempiono di regali molto apprezzati, e dove io chiedo la mano di Silvia a sorpresa per tutti, lei per prima.

London Bus Ponte Barberino

London Bus Ponte Barberino

London Bus Ponte Barberino

Da lì inizia un susseguirsi di interesse da parte della stampa, dei media e di tutti coloro che frequentano il campeggio (mai avrei pensato a tutto questo, ho iniziato questo progetto solo con la voglia personale di avere qualcosa di strano, diverso, inusuale) e nasce l’idea di regalare, a chi desidera visitare il bus, un biglietto originale degli anni 60 che acquistava chi voleva salirci sopra, così da regalare un viaggio nel tempo.

London Bus Ponte Barberino

What do you think?

Keblogger: Roberto Marino

Roberto classe '70 impreditore edile di Milano. Iperattivo sempre in cerca di nuove sfide, di progetti di realizzare qualcosa, mai fermo.Moglie e due figlie. Mi ritengo una persona razionale e solare.Mi piace creare per soddisfazione personale. Cultore del fai da te e del tutto si può imparare.

Altrove sul Web

Commenta

Lascia un commento