in ,

19 suggestive immagini mostrano come i posti più belli si trasformano dopo essere stati abbandonati

Segui Keblog su Facebook:

In un mondo in rapido cambiamento, la bellezza spesso rimane celata dietro le vestigia del tempo. L’artista Pablo Iglesias Maurer ci offre un’esplorazione unica di questo fenomeno attraverso il suo progetto fotografico “Abandoned States”, dove cattura luoghi un tempo lussuosi e ora abbandonati, immersi in un silenzio profondo.

Questo viaggio inizia inaspettatamente con una vecchia cartolina degli anni ’60, ritrovata casualmente sulla scrivania di Maurer. Raffigurante un complesso turistico, questa immagine scatena in lui una curiosità: come apparirebbe oggi quel luogo un tempo glorioso? La ricerca della risposta ha dato vita a una serie di fotografie mozzafiato che contrappongono il passato e il presente di questi edifici dimenticati. Ammirate le immagini qui sotto, e non dimenticate di votare le vostre preferite!

Altre info: Twitter | Instagram | DCist


Maurer si immerge nel cuore degli Stati Uniti, visitando i Catskills e i Poconos, celebri destinazioni di vacanze che ora giacciono in rovina. Le sue immagini rivelano un contrasto struggente tra l’allegria e il trambusto di un tempo e l’attuale stato di abbandono e silenzio. Ogni scatto è una finestra su un mondo che fu, raccontando storie di tempi migliori e della fugacità della gloria​​.

Le sue opere vanno oltre la mera documentazione di luoghi abbandonati. Sono un invito alla riflessione sul tempo, sulla memoria e sulla transitorietà. Maurer, con il suo approccio, sottolinea l’importanza di rispettare questi luoghi come siti storici, enfatizzando l’autenticità e l’unicità nella fotografia. Questo progetto non solo documenta la decadenza, ma celebra anche la storia e i ricordi intrappolati in questi spazi​​.

“Abandoned States” è dunque un ricordo visivo potente che ci ricorda come anche i luoghi più splendidi e amati possano trasformarsi, lasciati al destino e al tempo. È un promemoria della nostra responsabilità di custodire e rispettare la storia, in un mondo che cambia troppo rapidamente. Attraverso l’obiettivo di Maurer, veniamo trasportati in un viaggio emotivo, un omaggio alla bellezza dimenticata e alla storia nascosta dietro ogni angolo abbandonato.

#17

160 Punti
Mi Piace
  1. Nella mia percezione la sensazione di maggior degrado è laddove c’è pattume ma soprattutto i graffiti. I graffiti in qualche modo fanno trasparire il disagio di chi spreca la sua esistenza a odiare e sporcare. Sono rari i graffiti che trasmettono (a me) sensazioni positive. Un edificio abbandonato parla di un edificio e della sua storia. Un edificio abbandonato con i graffiti parla di disagio sociale e di persone disadattate.

Se ti piacciono i nostri articoli, segui Keblog su Google News!

What do you think?

243 Punti
Mi Piace

Keblogger: Anna Martini

Amo la fotografia, l'arte, il design... e tutto ciò che è creativo!

Tocca a te, lascia un commento!

Lascia un commento