in , ,

46 incredibili manufatti antichi che ci sorprendono ancora oggi

Nella storia umana, gli antichi popoli hanno lasciato dietro di sé tracce indelebili della loro genialità e abilità artigiana. Questi manufatti, che hanno resistito alla prova del tempo, sono testimonianze mute ma eloquenti delle civiltà che li hanno creati. Dalle piramidi maestose ai tesori sepolti, dalle sculture raffinate alle architetture monumentali, ogni opera d’arte o artefatto ci trasporta in un viaggio affascinante attraverso il passato.
In questa galleria fotografica, esploreremo alcune delle più straordinarie meraviglie dell’antichità, capolavori che continuano a stupire e affascinare gli spettatori moderni.
Preparatevi ad essere trasportati in un’epoca in cui l’ingegno umano ha raggiunto vette inimmaginabili, plasmando materiali grezzi in creazioni che celebrano la bellezza, l’abilità e la devozione spirituale. Questi manufatti non sono semplici relitti del passato, ma piuttosto finestre che ci permettono di gettare uno sguardo nella vita, nella cultura e nell’anima delle civiltà che li hanno creati.
Lasciatevi incantare da questa straordinaria raccolta di tesori antichi, un tributo alla creatività umana che ha attraversato i secoli, sfidando il trascorrere inesorabile del tempo.

#1 Non è una vera rete di corda, ma è meticolosamente scolpita nel marmo. “Disinganno”, Francesco Queirolo, 1753-1754, Cappella Sansevero (Napoli, Italia)

379 Punti
Mi Piace

Lascia un commento

    #2 Un anello romano con effetto “ologramma” trovato nella tomba di una nobildonna del I secolo d.C., Aebutia Quarta. Si pensa che nell’anello sia raffigurato suo figlio, Titus Carvilius Gemello, morto all’età di 18 anni. Trovato nella necropoli di Grottaferrata vicino a Roma

    349 Punti
    Mi Piace

    Lascia un commento

      #3 Caduta degli angeli ribelli, scolpita in un unico pezzo di marmo nel 1740 dallo scultore italiano Agostino Fasolato, raffigura 60 angeli caduti

      344 Punti
      Mi Piace

      Lascia un commento

        #4 Questo ponte romano ha più di 2000 anni ed è ancora accessibile a piedi (foto di James Lucas)

        Il Ponte di Cecco è un ponte romano situato ad Ascoli Piceno, che collega il quartiere di Porta Maggiore alla fortezza Malatestiana, scavalcando il torrente Castellano. È il ponte più antico della città ed è ancora aperto al pubblico.
        Per molti anni il Ponte di Cecco venne erroneamente identificato come una costruzione medievale. Tuttavia l'architetto e archeologo Giambattista Carducci lo riconobbe come una certa struttura romana di epoca repubblicana, notando somiglianze nella sua costruzione con altri ponti coevi costruiti lungo la Via Salaria.

        344 Punti
        Mi Piace

        Lascia un commento

          #5 Nell’antica Roma le strade erano punteggiate di pietre bianche che riflettevano la luce della luna, fungendo da lampioni per aiutare le persone a camminare per strada dopo il tramonto. Nella foto una strada romana a Pompei

          342 Punti
          Mi Piace

          Lascia un commento

            #6 Si ritiene che questa porta del XIV secolo nella cattedrale di Exeter, nel Regno Unito, sia la più antica porta per gatti esistente

            334 Punti
            Mi Piace

            Lascia un commento

              #7 Capolavoro in marmo di Gaetano Cellini: ‘L’umanità contro il male’ alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma

              331 Punti
              Mi Piace

              Lascia un commento

                #8 Abuna Yem’ata Guh in Etiopia. Per raggiungere questa chiesa scavata nella roccia e situata ad un’altezza di 2.580 metri bisogna salire a piedi. È notevole per la sua architettura, la cupola e i dipinti murali risalenti al V secolo

                318 Punti
                Mi Piace

                Lascia un commento

                  #9 Nella foto è raffigurato un fazzoletto da collo in pizzo scolpito in marmo dallo scultore francese Louis-Philippe Mouchy (1734-1801), che creò magistralmente la statua nel 1781

                  La statua fu commissionata come omaggio postumo al duca di Montausier, Charles de Sainte-Maure. Il nobile era uno dei guardiani del Gran Delfino di Francia, Luigi, figlio ed erede del Re Sole, Luigi XIV.

                  315 Punti
                  Mi Piace

                  Lascia un commento

                    #10 Coltello dell’esercito romano (201-300 d.C.); ha un cucchiaio, un coltello, una forchetta, una punta, una spatola e una specie di stuzzicadenti che consentivano all’utente di pulire anche gli spazi tra i denti dopo aver mangiato. Faceva parte dell’equipaggiamento delle legioni romane

                    313 Punti
                    Mi Piace

                    Lascia un commento

                      #11 La Porta di Ishtar, costruita dal re babilonese Nabucodonosor II in Mesopotamia nel 575 a.C., utilizzando lapislazzuli blu e mattoni di argilla. Pergamon Museum di Berlino

                      306 Punti
                      Mi Piace

                      Lascia un commento

                        #12 Un grembo in tessuto realizzato da Angélique Du Coudray, un’ostetrica francese incaricata dal re Luigi XV di ridurre la mortalità infantile

                        Dal 1760 al 1783 viaggiò in tutta la Francia, visitando le donne povere che vivevano nelle campagne e condividendo con loro la sua vasta conoscenza. Si stima che abbia formato circa 10.000 donne.
                        Du Coudray inventò anche il primo manichino ostetrico a grandezza naturale, per praticare nascite finte, e pubblicò un libro di testo di ostetricia ben accolto.

                        302 Punti
                        Mi Piace

                        Lascia un commento

                          #13 Scolapasta romano in bronzo proveniente da Pompei, Italia, I secolo a.C

                          295 Punti
                          Mi Piace

                          Lascia un commento

                            #14 Un’antica ciotola di vetro greca o romana, 100-1 a.C., ora conservata al J. Paul Getty Museum di Los Angeles

                            295 Punti
                            Mi Piace

                            Lascia un commento

                              #15 Un piccolo rifugio alpino costruito a più di 2700 m sopra il livello del mare nelle Dolomiti italiane (Monte Cristallo) è tra le testimonianze più drammatiche della Prima Guerra Mondiale

                              Questo incredibile rifugio è stato costruito all'interno di una delle vette del massiccio, con muri in mattoni, tetto spiovente, due porte e quattro finestre con cornice in legno.

                              294 Punti
                              Mi Piace

                              Lascia un commento

                                #16 Un grosso amuleto egiziano fatto di cristallo di rocca raffigurante un grosso ippopotamo, Regno di Mezzo, ca. 2050-1650 a.C

                                288 Punti
                                Mi Piace

                                Lascia un commento

                                  #17 Una tenda ottomana del XVII secolo, raccolta durante la battaglia di Vienna nel 1683. Realizzata in lino, seta, pelle argentata e dorata. In mostra al castello reale di Wawel a Cracovia, Polonia

                                  285 Punti
                                  Mi Piace

                                  Lascia un commento

                                    #18 Anello d’oro, Egitto romano, I secolo d.C

                                    284 Punti
                                    Mi Piace

                                    Lascia un commento

                                      #19 Anello della collezione di Albion Art. 1620. Avorio, smalto, oro

                                      280 Punti
                                      Mi Piace

                                      Lascia un commento

                                        #20 Un ascensore a vapore nella casa del capitano della guardia S. Muyaki a San Pietroburgo, Russia. Circa 1902-1903

                                        276 Punti
                                        Mi Piace

                                        Lascia un commento

                                          #21 Particolare di un mosaico romano raffigurante un topo che mangia una noce. II secolo d.C., Musei Vaticani

                                          272 Punti
                                          Mi Piace

                                          Lascia un commento

                                            #22 Sculture di bisonti di 14000 anni trovate nella grotta di Le Tuc D’audoubert. Ariège, Francia

                                            270 Punti
                                            Mi Piace

                                            Lascia un commento

                                              #23 Mattone romano proveniente da Cherchell, Algeria, con una perfetta impronta di una mano umana di 2000 anni fa

                                              L'impronta della mano è apparentemente quella di un grande uomo romano, che premeva la mano sul mattone mentre veniva lasciato asciugare prima della cottura. Un esame più attento rivela le impronte digitali e la struttura della pelle dell'uomo.

                                              267 Punti
                                              Mi Piace

                                              Lascia un commento

                                                #24 Un raggio di sole che entra nella stanza sul lato est del santuario interno di Amon-Ra nel Tempio del re Ramses II (1186-1155 a.C.), Luxor , Egitto

                                                265 Punti
                                                Mi Piace

                                                Lascia un commento

                                                  #25 Un monumento megalitico in Spagna, più antico delle piramidi, è stato recentemente scoperto dal suo nascondiglio acquatico a causa di un periodo di siccità

                                                  La "Stonehenge spagnola" ha circa 7.000 anni, circa 2.000 anni più della stessa Stonehenge.

                                                  263 Punti
                                                  Mi Piace

                                                  Lascia un commento

                                                    #26 Giocattoli dell’antica Grecia. Circa 2300 anni

                                                    I bambini dell'antica Grecia avevano una serie di giocattoli con cui giocare nel tempo libero, tra cui bambole, sonagli, trottole, altalene, ecc. Insieme a questi, molti altri oggetti di gioco sono stati portati alla luce dagli archeologi. Questi erano una parte fondamentale dell'infanzia dell'antica Grecia.

                                                    260 Punti
                                                    Mi Piace

                                                    Lascia un commento

                                                      #27 Castello di Chenonceau, Indre-et-Loire, Francia

                                                      Probabilmente uno dei ponti abitati più imponenti ancora esistenti, la struttura odierna, risalente al XVI secolo, fu costruita su un ponte ad arco che attraversava il fiume Cher. Questo design unico permetteva al proprietario di accedere ai terreni di caccia situati sulla sponda opposta del fiume.

                                                      256 Punti
                                                      Mi Piace

                                                      Lascia un commento

                                                        #28 Vaso in argento dorato e cristallo di rocca, realizzato a Norimberga, Germania, intorno al 1580

                                                        253 Punti
                                                        Mi Piace

                                                        Lascia un commento

                                                          #29 Antica tavoletta di argilla di 3.700 anni contenente geometria applicata. Un millennio prima della nascita di Pitagora

                                                          249 Punti
                                                          Mi Piace

                                                          Lascia un commento

                                                            #30 Nel 1965, gli scavi a Mezhyrich, in Ucraina, rivelarono la presenza di 4 capanne, costituite da un totale di 149 ossa di mammut

                                                            Queste abitazioni, che risalgono a circa 15.000 anni fa, sono alcuni dei più antichi rifugi conosciuti costruiti dall'uomo preistorico.

                                                            245 Punti
                                                            Mi Piace

                                                            Lascia un commento

                                                              #31 Nel 1975 è stata ritrovata una stanza segreta sotto una chiesa a Firenze, in Italia, decorata da disegni realizzati da Michelangelo, ed è ora è aperta al pubblico

                                                              Durante alcuni lavori di ristrutturazione, sotto strati di calce sulle pareti, riemersero alcuni disegni, schizzi a sanguigna e carboncino, molti dei quali sono riferibili a Michelangelo. La scoperta della stanza segreta suscitò un rinnovato interesse per le opere meno conosciute di Michelangelo. Oggi, la stanza è considerata un gioiello nascosto dell'arte rinascimentale, offrendo uno sguardo sul mondo privato di uno dei più grandi artisti della storia e degli influenti mecenati che lo hanno sostenuto.

                                                              244 Punti
                                                              Mi Piace

                                                              Lascia un commento

                                                                #32 Pezzi degli scacchi in avorio ed ebano a forma di insetti. Italia, 1790

                                                                237 Punti
                                                                Mi Piace

                                                                Lascia un commento

                                                                  #33 Un’adorabile statua di lontra risalente all’antico Egitto!

                                                                  Risalente al c. 640-30 a.C., raffigura una lontra di bronzo sulle zampe posteriori, con le zampe anteriori sollevate in lode del sole. Il disco solare di Ra poggia sulla sua testa.

                                                                  234 Punti
                                                                  Mi Piace

                                                                  Lascia un commento

                                                                    #34 Bisonte scolpito nell’avorio di mammut. Trovato a Zaraysk, Russia. Circa 20.000 anni

                                                                    224 Punti
                                                                    Mi Piace

                                                                    Lascia un commento

                                                                      #35 Una tazza nera di 2400(!) anni. Sud Italia

                                                                      223 Punti
                                                                      Mi Piace

                                                                      Lascia un commento

                                                                        #36 Un cavallo in ceramica di 1800 anni. Dinastia Han (202 a.C. – 9 d.C., 25–220 d.C.), ora esposto nel Museo Sanxingdui in Cina

                                                                        221 Punti
                                                                        Mi Piace

                                                                        Lascia un commento

                                                                          #37 Dall’era vichinga, del X-XI secolo, prima e dopo il ritrovamento

                                                                          219 Punti
                                                                          Mi Piace

                                                                          Lascia un commento

                                                                            #38 Vestiti di 2000 anni, appartenenti alla mummia di una donna (conosciuta con il nome di donna di Huldremose) recuperata nel 1879 in una torbiera vicino a Ramten in Danimarca

                                                                            Si compone di una gonna di lana a quadri, una sciarpa di lana a quadri e due mantelle di pelle. Ora in mostra al Museo Nazionale di Danimarca.

                                                                            217 Punti
                                                                            Mi Piace

                                                                            Lascia un commento

                                                                              #39 Copia personale manoscritta di Johann Sebastian Bach della sua messa in si minore, conservata dalla Biblioteca di Stato di Berlino e aggiunta al registro della Memoria del mondo dell’UNESCO

                                                                              La Messa in si minore (completata nel 1749) è ampiamente considerata come uno dei massimi successi della musica classica.

                                                                              217 Punti
                                                                              Mi Piace

                                                                              Lascia un commento

                                                                                #40 Alla base della Piramide del Sole a Teotihuacan, in Messico, è stata trovata una maschera di pietra serpentina di 2.000 anni fa

                                                                                Si ritiene che queste offerte siano state lasciate come parte di un rituale per inaugurare la costruzione della piramide, da qui la sua collocazione al livello inferiore. La maschera stessa è estremamente realistica, il che ha dato origine alla teoria che si tratti in realtà di un ritratto. Ciò sarebbe incredibile, poiché gli archeologi hanno poche informazioni sulle persone che costruirono Teotihuacan. Esistono anche teorie contrastanti sull'uso esatto della piramide.

                                                                                212 Punti
                                                                                Mi Piace

                                                                                Lascia un commento

                                                                                  #41 Per la prima volta in 12.000 anni, i denti di una statua di leopardo hanno visto la luce del giorno nel 2021 a Karahantepe, in Turchia

                                                                                  207 Punti
                                                                                  Mi Piace

                                                                                  Lascia un commento

                                                                                    #42 Thonis-Heracleion era uno dei porti più grandi dell’Egitto, ma venne lentamente sommerso dal mare dal 100 a.C. circa all’800 d.C.

                                                                                    Qui vediamo una stele del regno del faraone Nectanebo I (r.380-360 a.C.) scavata nel 2000 d.C., lo stesso anno della riscoperta della città.

                                                                                    205 Punti
                                                                                    Mi Piace

                                                                                    Lascia un commento

                                                                                      #43 Abito da sposa indossato da Helena Slicher, largo oltre 2 metri. Paesi Bassi, 1759

                                                                                      193 Punti
                                                                                      Mi Piace

                                                                                      Lascia un commento

                                                                                        #44 Grande Zimbabwe era una città africana medievale nota per le sue grandi mura circolari e la sua torre. Faceva parte di un ricco impero commerciale africano che controllava gran parte della costa dell’Africa orientale dall’XI al XV secolo d.C.

                                                                                        Grande Zimbabwe è il nome delle rovine di pietra di un'antica città vicino alla moderna Masvingo, nello Zimbabwe. La gente visse nel Grande Zimbabwe a partire dal 1100 d.C. circa, ma lo abbandonò nel XV secolo d.C. La città era la capitale del Regno dello Zimbabwe, che era un impero commerciale Shona (Bantu). Zimbabwe significa "case di pietra" in Shona.

                                                                                        191 Punti
                                                                                        Mi Piace

                                                                                        Lascia un commento

                                                                                          #45 Rana, dell’artista giapponese Matsumoto Hoji. 1814 d.C

                                                                                          171 Punti
                                                                                          Mi Piace

                                                                                          Lascia un commento

                                                                                            #46 Veste e ascia di Giovanni Battista Bugatti, che fu il boia ufficiale dello Stato Pontificio dal 1796 al 1864. Durante il suo mandato giustiziò 514 persone.

                                                                                            147 Punti
                                                                                            Mi Piace

                                                                                            Lascia un commento

                                                                                              Se ti piacciono i nostri articoli, segui Keblog su Google News!

                                                                                              What do you think?

                                                                                              213 Punti
                                                                                              Mi Piace

                                                                                              Tocca a te, lascia un commento!

                                                                                              Lascia un commento