Segui Keblog su Facebook:

Galileo Galilei ha mostrato il dito medio alla Chiesa, quando ha sostenuto l’eliocentrismo e le leggi copernicane, e sembra che, più di 300 anni dopo, lo stia ancora facendo. Beh, almeno il suo dito scheletrico. Rimosso dal suo corpo 95 anni dopo la sua morte, è in mostra al Museo Galileo di Firenze.

Il dito di Galileo è stato tolto dal suo corpo da Anton Francesco Gori, quando i suoi resti furono spostati dalla tomba originale ad un’altra. Dopo la rimozione, il dito ha fatto un bel viaggio, andando avanti e indietro tra musei, prima di trovare la sua casa.

Oggi, il dito medio si trova in un piccolo contenitore a forma di uovo e può essere visitato da tutti.

Ma perché rimuovere parti del corpo? Dopo tutto, il dito medio è solo una parte del corpo che è stata rimossa quando furono esumati i suoi resti. Altri due dita, un dente e le vertebre furono prese. Se avesse avuto qualcosa a che fare con la tradizione cattolica, il mistero avrebbe potuto essere spiegato dal fatto che Galileo non era certo un buon cattolico. Infatti egli fu perseguitato dalla Chiesa per la sua difesa delle teorie di Copernico.

Probabilmente non sapremo mai il motivo per cui sono state prese le sue parti del corpo, e mi chiedo, quanto saremo contenti di visitare un museo e trovarci di fronte un dito medio di 450 anni?

Altre info su museogalileo.it

dito-medio-galileo-mostra-firenze-1

dito-medio-galileo-mostra-firenze-4

dito-medio-galileo-mostra-firenze-2

dito-medio-galileo-mostra-firenze-3

FONTE lostateminor.com

Che ne pensi?

Autore