Segui Keblog su Facebook:

Zahra Lari ha iniziato il pattinaggio artistico all’età di 12 anni come un hobby dopo-scuola, quando il film Disney “Un sogno sul ghiaccio” ha suscitato il suo interesse. Ora, nove anni dopo, la competitiva pattinatrice da Abu Dhabi ha una motivazione in più: Lari si sta preparando per le Olimpiadi invernali del 2018 a Pyeongchang, Corea del Sud. Se ce la farà, sarà il primo atleta degli Emirati Arabi Uniti a partecipare ai giochi invernali.
Lari è stata la prima pattinatrice professionista a rappresentare il suo paese in competizioni in Italia, Ungheria, Slovacchia, e in altri paesi. Negli ultimi anni, ha ricevuto innumerevoli riconoscimenti e premi, nonostante abbia iniziato a pattinare relativamente tardi.

La passione di Lari è alimentata dalla perseveranza, i suoi progressi hanno richiesto un duro lavoro e la volontà di “rialzarsi e continuare a provare … caduta dopo caduta”. Ha dovuto anche fare i conti con i suoi genitori, che la spingevano ad appendere i pattini diversi anni fa, credendo che aveva “raggiunto l’età” per spostare la sua attenzione verso gli studi. Quando suo padre la portò a fare il tifo per i suoi compagni di squadra in gare in cui non le era permesso partecipare, vide quanto sua figlia amasse seriamente lo sport e si arrese. Lari ora bilancia il pattinaggio con la scuola, frequentando l’università di Abu Dhabi mentre si allena dalle quattro alle sette ore ogni giorno.

Lari spera di ispirare le giovani donne a spingersi verso i propri sogni, a qualunque costo. “Auguro a tutte le giovani donne di trovare la loro passione”, ha detto.

Altre info su Facebook

zahra-lari-pattinatrice-ghiaccio-abu-dhabi-olimpiadi-12

zahra-lari-pattinatrice-ghiaccio-abu-dhabi-olimpiadi-10

zahra-lari-pattinatrice-ghiaccio-abu-dhabi-olimpiadi-13

zahra-lari-pattinatrice-ghiaccio-abu-dhabi-olimpiadi-11

FONTE mymodernmet.com

Che ne pensi?

Autore