in

Supermercato copre dipendente morto con ombrelli per restare aperto

Segui Keblog su Facebook:

Indignazione nei social dopo che un supermercato Carrefour in Brasile ha coperto il corpo di un dipendente deceduto con degli ombrelloni, in modo che il negozio potesse restare aperto. Il dipendente di 59 anni, che si chiama Manoel Moisés Cavalcante, ha ricevuto l’aiuto del pronto soccorso dopo essere stato colto da un infarto, ma i tentativi di rianimarlo non hanno purtroppo dato esito positivo.

Come riportato dai media, i manager del Carrefour della città di Recife, anziché chiudere il supermercato per consentire un trasporto dignitoso del corpo senza vita del lavoratore, hanno pensato invece di coprirlo con ombrelli e circondarlo di scatoloni, in modo che non potesse essere visto dai clienti che continuavano ad acquistare.

Gli ignari clienti del supermercato passavano tranquillamente accanto agli ombrelli e alle scatole senza dare troppa attenzione.

Immagine: The_Real_Fly

Le scioccanti immagini dell’avvenuto stanno facendo il giro dei social e sono state commentate da molti utenti che hanno criticato il modo in cui il management ha gestito la situazione.

Immagine: Luiz Cláudio

In una dichiarazione l’azienda ha detto: “Carrefour si scusa per il modo inappropriato con cui ha gestito la triste e inaspettata scomparsa del signor Moisés Santos, vittima di un infarto, nel negozio di Recife. L’azienda ha commesso un errore non chiudendo il negozio subito dopo quanto accaduto, così come non ha trovato il modo appropriato per proteggere il corpo del sig. Moses.

Ribadiamo che non appena il dipendente ha iniziato a sentirsi male, è stato effettuato il primo soccorso e attivato tutte le procedure per far giungere rapidamente i soccorsi. Dopo il decesso, abbiamo seguito il protocollo che prevede di non rimuovere il corpo dal luogo”.

Immagine: Cris

“La Carrefour informa inoltre di aver modificato le linee guida per i dipendenti nei casi di situazioni rare come la chiusura obbligatoria del negozio, con l’obiettivo di gestirle con maggiore sensibilità e rispetto”.

Immagine: Carrefour Brasil

La moglie del dipendente deceduto ha criticato l’azienda: “Sono indignata. Sembra che gli esseri umani non valgano nulla. Le persone si preoccupano solo dei soldi”.

Se ti piacciono i nostri articoli, segui Keblog su Google News!

What do you think?

Keblogger: Alex Bernardi

Amo viaggiare, gli animali e la natura. Mi piace scrivere storie da condividere, e nel tempo libero cerco di imparare a suonare il piano, ma con scarsi risultati.

Ora Tocca a Te, Commenta!

Lascia un commento