Segui Keblog su Facebook:

È successo negli anni ’50 in America. Il governo effettuò un gran numero di esperimenti con farmaci psicotomimetici, farmaci che causano gravi modificazioni percettive e un’alterazione dello stato di coscienza. Vi furono esperimenti sull’assunzione di LSD e il monitoraggio del comportamento dei soggetti che ne avevano assunto un determinato dosaggio.

Tra i soggetti testati vi fu un artista a cui furono dati dell’LSD, una scatola di colori e al quale fu chiesto di disegnare sotto l’effetto della sostanza. L’esperimento fu seguito dal dottor Oscar Janiger, psichiatra dell’Università della California, Irvine.

I risultati del test furono piuttosto significativi, come potrete vedere dalle immagini dei disegni, caricati recentemente da un utente chiamato juraganyeri. Evidenziano l’evoluzione della percezione con il passare dei minuti e delle ore. Date un’occhiata voi stessi, ma non tentate di ripetere l’esperimento a casa!

1. Tempo: 20 minuti dopo il primo dosaggio (50ug)

disegni-sotto-effetto-droga-lsd-oscar-janiger-1 Un medico curante osserva: il paziente sceglie di iniziare a disegnare con il carbone. Il soggetto dell’esperimento riferisce: “Condizione normale … nessun effetto del farmaco ancora”.

2. Tempo: 85 minuti dopo il primo dosaggio e 20 minuti dopo che una seconda dose è stata somministrata (50µg + 50µg)

disegni-sotto-effetto-droga-lsd-oscar-janiger-4 Il paziente sembra euforico. “Posso vederti chiaramente, in modo chiaro. Questo … tu … è tutto … ho un po’ di difficoltà a controllare questa matita. Sembra che voglia andare da sola”.

3. Tempo: 2 ore e 30 minuti dopo il primo dosaggio

disegni-sotto-effetto-droga-lsd-oscar-janiger-5 Il paziente appare molto concentrato nel disegnare. “I contorni sembrano normali, ma molto vivi, tutto cambia colore. Sento come se la mia coscienza sia situata nella parte del mio corpo che è attiva – la mia mano, il mio gomito … la mia lingua.

4. Tempo: 2 ore 32 minuti dopo il primo dosaggio

disegni-sotto-effetto-droga-lsd-oscar-janiger-6 Il paziente sembra aggrappato al foglio. “Sto provando a fare un altro disegno. I contorni del modello sono normali, ma ora quelli del mio disegno non lo sono. Anche il contorno della mia mano sta diventando strano. Non è un ottimo disegno? Ci rinuncio – anzi riprovo … ”

5. Tempo: 2 ore 35 minuti dopo il primo dosaggio

disegni-sotto-effetto-droga-lsd-oscar-janiger-7 Il paziente disegna rapidamente un altro disegno. “Farò un disegno continuo … senza fermarmi … una linea, nessuna pausa!” Al termine del disegno, il paziente comincia a ridere, poi si sorprende per qualcosa sul pavimento.

6. Tempo: 2 ore 45 minuti dopo il primo dosaggio

disegni-sotto-effetto-droga-lsd-oscar-janiger-8 Il paziente è generalmente agitato – risponde lentamente al suggerimento di disegnare ancora. È diventato più silenzioso. “Io sono … tutto è … cambiato … loro stanno chiamando … il tuo volto … intrecciato … chi è …” Il paziente inizia ad usare le tempere.

7. Tempo: 4 ore 25 minuti dopo il primo dosaggio

disegni-sotto-effetto-droga-lsd-oscar-janiger-2 Il paziente si è ritirato nella cuccetta, passando circa 2 ore disteso, agitando le mani in aria. Il suo ritorno all’attività è improvviso, e passa dalla penna ai colori ad acqua. “Questo sarà il miglior disegno, come il primo, solo meglio. Se non sono attento, perderò il controllo dei miei movimenti, ma non lo farò, perché so. Lo so” (questo detto è ripetuto molte volte). Il paziente fa gli ultimi tratti del disegno mentre corre avanti e indietro in tutta la stanza.

8. Tempo: 5 ore 45 minuti dopo il primo dosaggio

disegni-sotto-effetto-droga-lsd-oscar-janiger-3 Il paziente continua a muoversi intorno alla stanza, intersecando lo spazio in variazioni complesse. Passa un’ora e mezza prima che ricominci a disegnare. “Posso sentire nuovamente le mie ginocchia. Questo è un disegno piuttosto buono – questa matita è estremamente difficile da tenere” (ha in mano un pastello).

9. Tempo: 8 ore dopo il primo dosaggio

disegni-sotto-effetto-droga-lsd-oscar-janiger-9 Il paziente si siede sul letto a castello. Egli riferisce che gli effetti della droga sono finiti, tranne che per l’occasionale distorsione dei nostri volti. Chiediamo un disegno finale che esegue con poco entusiasmo. “Non ho niente da dire su questo ultimo disegno, è fatto male ed è poco interessante, voglio tornare a casa adesso”.

 

VIA boredpanda.com

Che ne pensi?

Tag