in

50 foto di fatti straordinari che possono cambiare il modo in cui vedi il mondo

Nel corso della vita, ci troviamo spesso immersi nella quotidianità, concentrati sulle nostre routine e sulle nostre piccole preoccupazioni. Tuttavia, c’è un mondo là fuori, un mondo ricco di meraviglie e di sorprese, che talvolta sfugge alla nostra attenzione mentre affrontiamo le sfide di tutti i giorni. È facile perdersi nelle vicissitudini della vita e dimenticare che il mondo che ci circonda è pieno di bellezza, mistero e meraviglia.

Vogliamo condividere con voi una galleria di immagini, condivise sul gruppo Facebook “Weird, Bizarre and Beautiful”, che mostrano fatti straordinari che potrebbero cambiare il modo in cui osservi il mondo. Ogni immagine cattura un momento unico, un istante di stupore che ci ricorda quanto sia vasto e variegato il nostro pianeta. Date un’occhiata qui sotto, e non dimenticare di votare le vostre foto preferite!


Nella vastità del nostro universo, ogni singolo individuo si trova immerso in un microcosmo unico di esperienze, percezioni e credenze. La nostra prospettiva, plasmata dalle nostre esperienze di vita, influenza profondamente la nostra percezione del mondo che ci circonda. Ma quale ruolo gioca la prospettiva nel plasmare la nostra comprensione della realtà e come possiamo sfruttarla per arricchire le nostre vite?

La prospettiva non è solo una questione di osservazione visiva; comprende anche il contesto sociale, culturale ed emotivo in cui ci troviamo. Due persone possono guardare la stessa immagine e trarre conclusioni completamente diverse in base alle loro esperienze di vita e ai loro punti di vista. Questo è evidente in molti aspetti della nostra società, dalla politica alla religione, dove punti di vista divergenti possono portare a conflitti o a conversazioni profonde che sfidano le nostre convinzioni preconcette.

Tuttavia, l’apertura alla diversità di prospettive può arricchire le nostre vite in modi straordinari. Esponendoci a una varietà di punti di vista, possiamo sviluppare una maggiore comprensione ed empatia per le esperienze degli altri. Ciò ci permette di superare i confini della nostra visione del mondo e di abbracciare la complessità e la diversità che lo caratterizzano.

L’apprendimento di fatti straordinari, come quelli mostrati dalle foto di questo articolo, possono svolgere un ruolo cruciale nel modellare la nostra prospettiva. Ogni foto cattura un momento unico, offrendoci una finestra su mondi che potremmo non avere mai esplorato altrimenti. Sono immagini che ci invitano a esplorare la bellezza e la complessità del mondo e a sfidare i nostri preconcetti.

Quindi, come possiamo sfruttare al meglio la nostra prospettiva per arricchire le nostre vite? Innanzitutto, dobbiamo essere consapevoli del nostro punto di vista e riconoscere che è solo uno dei molti possibili. Dobbiamo essere aperti all’idea che le nostre opinioni possano cambiare ed evolvere sulla base di nuove esperienze e nuove informazioni. Inoltre, dobbiamo cercare attivamente di esporci a una varietà di prospettive, cercando di capire le esperienze degli altri e cercando di vedere il mondo attraverso i loro occhi.

La prospettiva è un elemento fondamentale nel nostro modo di percepire il mondo. Abbracciando la diversità di punti di vista, possiamo arricchire le nostre vite e sviluppare una maggiore comprensione e empatia per il mondo che ci circonda. Le immagini di fatti straordinari ci offrono una straordinaria opportunità di esplorare la bellezza e la complessità del mondo e di ampliare i nostri orizzonti.

#1 Finalmente li ho trovati, Tamburino e Bambi

74 Punti
Mi Piace

Lascia un commento

    #2 Quest’uomo ha salvato e adottato dei cani che hanno perso l’uso delle zampe posteriori, e ogni giorno li porta al parco, dove attacca loro delle ruote in modo che possano correre e giocare

    72 Punti
    Mi Piace

    Lascia un commento

      #3 Tappeto fatto a mano dall’anziana novantenne Alice Begay, della nazione Navajo

      72 Punti
      Mi Piace

      Lascia un commento

        #4 Senza Lego o manuale di istruzioni, quest’uomo ha costruito questo fantastico castello con ciottoli, conchiglie e vetri rotti

        69 Punti
        Mi Piace

        Lascia un commento

          #5 Un poliziotto ha salvato in piccolo bradipo terrorizzato 🦥 bloccato in autostrada!

          68 Punti
          Mi Piace

          Lascia un commento

            #6 Immagina di poter rendere trasparente la pietra. Questo era il talento straordinariamente raro di Giovanni Strazza

            Il suo capolavoro, "La Vergine Velata", scolpito nel marmo di Carrara impeccabilmente lavorato, è uno dei risultati più sorprendenti nella storia della scultura.

            La maestria di Strazza nella tecnica del "panneggio bagnato" ha continuato la tradizione di altri scultori italiani come Giuseppe Sanmartino, il quale, un secolo prima, aveva realizzato affascinanti veli di marmo, come il famoso "Cristo velato". Questa tradizione artistica può essere fatta risalire a scultori precedenti, tra cui rinomati artisti del Rinascimento come Michelangelo, così come gli antichi maestri dell'era ellenistica greca, celebri per le loro intricate rappresentazioni di pieghe di tessuto.

            Tuttavia, a metà del XIX secolo, Strazza portò questa tecnica ai suoi limiti. Il delicato effetto stratificato ottenuto da lui consente all'osservatore di percepire distintamente i lineamenti del viso di Maria attraverso il velo traslucido, creando allo stesso tempo l'illusione dell'assenza di gravità. Il processo con cui ha trasformato la pietra solida in qualcosa di così morbido e fluido, utilizzando solo strumenti manuali di base, rimane un mistero.

            64 Punti
            Mi Piace

            Lascia un commento

              #7 Questa è una scoiattola che nutro ogni giorno di nome Michelle. Abbiamo installato un tavolino dove lasciamo della frutta a guscio ed eccola qui… seduta al tavolo

              64 Punti
              Mi Piace

              Lascia un commento

                #8 “Mamma mi ha fatto un dipinto”

                60 Punti
                Mi Piace

                Lascia un commento

                  #9 Il letto più comodo di sempre

                  60 Punti
                  Mi Piace

                  Lascia un commento

                    #10 Una famiglia di elefanti che dorme

                    59 Punti
                    Mi Piace

                    Lascia un commento

                      #11 Un gatto affetto da un terribile caso di varicella

                      59 Punti
                      Mi Piace

                      Lascia un commento

                        #12 Charlie e suo fratello Benny non si vedevano da mesi

                        Charlie è nostro e Benny appartiene a nostra figlia che vive a 6 ore di distanza. Sono ancora cuccioli e si ricordano chiaramente l'uno dell'altro

                        58 Punti
                        Mi Piace

                        Lascia un commento

                          #13 Questi due uomini a Porto San Giorgio hanno unito i loro balconi con un tavolo per poter godersi un pasto insieme durante il lockdown da COVID 19

                          57 Punti
                          Mi Piace

                          Lascia un commento

                            #14 Bagnini – spiaggia In Croazia

                            57 Punti
                            Mi Piace

                            Lascia un commento

                              #15 Un vialetto di cemento in un giardino botanico, a Singapore, presumibilmente hanno posato il cemento, hanno appoggiato le foglie e poi le hanno staccate delicatamente, molto semplice ed estremamente efficace

                              54 Punti
                              Mi Piace

                              Lascia un commento

                                #16 L’ho trovato ieri mentre passeggiavo nella mia zona. Un’idea semplice che mi ha scaldato il cuore

                                La scritta dice: "Coccole gratis. Prendine 1 o 2."

                                54 Punti
                                Mi Piace

                                Lascia un commento

                                  #17 Scoiattoli che dormono nel loro nido sul davanzale della finestra di qualcuno

                                  53 Punti
                                  Mi Piace

                                  Lascia un commento

                                    #18 Uno yak bianco tibetano: lo yak bianco come la neve è il tipo più raro al mondo

                                    52 Punti
                                    Mi Piace

                                    Lascia un commento

                                      #19 Nel caso ti stessi chiedendo quanto sono grandi gli artigli di un’aquila

                                      52 Punti
                                      Mi Piace

                                      Lascia un commento

                                        #20 Una foto fantastica

                                        52 Punti
                                        Mi Piace

                                        Lascia un commento

                                          #21 I giapponesi producono legname da 700 anni senza abbattere alberi

                                          Nel XIV secolo nasce in Giappone la straordinaria tecnica daisugi. Questa pratica prevede che gli alberi siano piantati per le generazioni future e non abbattuti, ma potati come giganteschi alberi bonsai. Applicando questa tecnica ai cedri, il legno ottenuto è uniforme, dritto e privo di nodi, perfetto per la costruzione. La potatura accurata permette all'albero di crescere e di produrre legno senza mai essere abbattuto.

                                          50 Punti
                                          Mi Piace

                                          Lascia un commento

                                            #22 Il fotografo Angus James ha avuto la fortuna di catturare questa immagine. Ha raccontato: “Mentre stavo tirando fuori l’esca dal pesce per rilanciarla di nuovo in acqua, ho notato due piccoli occhi che mi guardavano dall’interno della bocca del pesce”

                                            Dopo aver scattato questa foto, la piccola raganella verde è balzata oltre la mia testa sull'albero più vicino. È stata una delle cose più belle che abbia mai visto in vita mia! Questa è una rana fortunata!

                                            49 Punti
                                            Mi Piace

                                            Lascia un commento

                                              #23 Quattro generazioni in una foto

                                              49 Punti
                                              Mi Piace

                                              Lascia un commento

                                                #24 Questa è Irma, è una delle anatre mute che frequenta gli stagni intorno alla nostra casa a Plant City, in Florida

                                                Circa un mese fa ha deposto 13 uova alla base di una quercia nel cortile. Di solito, Irma sale e scende dal nido più volte al giorno per mangiare e bere. Una domenica mattina, mi sono alzato e l'ho vista nel suo nido. Il tempo stava già peggiorando con forti venti e pioggia.

                                                Verso sera, mentre l'uragano si avvicinava, abbiamo subito piogge torrenziali e raffiche di vento fino a 170 km all'ora! Irma, coraggiosa, è rimasta nel suo nido, mentre noi osservavamo dalla finestra del bagno, fortunatamente senza perdere la corrente.

                                                Quando il centro dell'uragano è passato sopra la nostra casa, siamo usciti per controllare e lei era ancora lì, protetta dal suo nido. Dopo che l'occhio dell'uragano si è spostato, il vento e la pioggia sono tornati, ma lei è rimasta saldamente al suo posto.

                                                Lunedì mattina, Irma era ancora lì, coperta di rami spezzati e muschio, ma viva e le sue uova intatte. Con il vento ancora forte, le abbiamo portato cibo e acqua, che ha accettato prontamente.

                                                Martedì, finalmente è uscita dal nido, ha fatto un rapido tuffo nello stagno e poi è tornata alle sue uova. Irma, la super anatra, ha resistito a un uragano di categoria 2-3, proteggendo i suoi futuri anatroccoli con determinazione. Non vediamo l'ora di accogliere presto i 13 piccoli anatroccoli muti, anche se probabilmente faranno un po' di disordine sul nostro vialetto!

                                                48 Punti
                                                Mi Piace

                                                Lascia un commento

                                                  #25 Questo pozzo di lava sembra stia risucchiando le anime dei dannati fino all’inferno

                                                  48 Punti
                                                  Mi Piace

                                                  Lascia un commento

                                                    #26 Questo è uno squalo della Groenlandia, ha 393 anni e si trovava nell’Oceano Artico

                                                    Vaga per l'oceano dal 1627. È il più antico vertebrato vivente conosciuto sul pianeta.

                                                    47 Punti
                                                    Mi Piace

                                                    Lascia un commento

                                                      #27 La formazione di “fiori di ghiaccio” è uno splendido fenomeno naturale nella regione dei Grandi Laghi del Nord America

                                                      Quando le temperature scendono al di sotto dello zero, l'acqua sotto il ghiaccio viene spinta verso l'alto, creando delle piccole crepe. Poiché l'acqua che scorre attraverso queste fessure è minima e gela quasi istantaneamente, si formano sottili strati di ghiaccio con forme irregolari. Con il passare del tempo, questi strati si accumulano e danno vita a fantastiche forme geometriche. È davvero sorprendente osservare l'arte di Madre Natura in azione.

                                                      46 Punti
                                                      Mi Piace

                                                      Lascia un commento

                                                        #28 Ad Alhaurin De La Torre, in Spagna, sette donne, più la loro insegnante di uncinetto, Eva Pacheco, hanno passato mesi a tessere delle tende parasole per il centro della città

                                                        46 Punti
                                                        Mi Piace

                                                        Lascia un commento

                                                          #29 Ayam Cemani è una strana razza di pollo indonesiana. La sua pelle, gli organi, le uova e le ossa sono neri

                                                          46 Punti
                                                          Mi Piace

                                                          Lascia un commento

                                                            #30 Un guardaboschi ha piantato alcuni larici in una foresta di abeti di Douglas in Oregon per creare una faccina sorridente

                                                            La faccia è quasi invisibile in primavera ed estate quando tutti gli alberi sono verdi, ma fa un grande spettacolo in autunno

                                                            45 Punti
                                                            Mi Piace

                                                            Lascia un commento

                                                              #31 Un albero salvato da un albero

                                                              45 Punti
                                                              Mi Piace

                                                              Lascia un commento

                                                                #32 Kummakivi è una roccia di 500 tonnellate in Finlandia che è in equilibrio sopra un’altra roccia da 11.000 anni

                                                                44 Punti
                                                                Mi Piace

                                                                Lascia un commento

                                                                  #33 Questo lago in Australia e la forma in esso contenuta sono chiamati l’albero della vita

                                                                  44 Punti
                                                                  Mi Piace

                                                                  Lascia un commento

                                                                    #34 Un albero di orsi

                                                                    41 Punti
                                                                    Mi Piace

                                                                    Lascia un commento

                                                                      #35 L’azienda 3m, che produce vetro antiproiettile in Canada, ha piazzato una scatola di vetro con dentro 3 milioni di dollari presso una fermata dell’autobus con lo slogan “Se riesci a romperla, puoi tenerti i soldi”

                                                                      40 Punti
                                                                      Mi Piace

                                                                      Lascia un commento

                                                                        #36 Un colibrì beve il succo di un lampone dalla mano di una ragazza

                                                                        39 Punti
                                                                        Mi Piace

                                                                        Lascia un commento

                                                                          #37 Ecco come appare un igloo quando accendi un fuoco al suo interno

                                                                          Il calore del fuoco scioglie lo strato interno di ghiaccio, che poi si ricongela. Questo può mantenere la temperatura all'interno dell'igloo intorno ai 15°C, anche quando le temperature esterne scendono fino a -50°C.

                                                                          39 Punti
                                                                          Mi Piace

                                                                          Lascia un commento

                                                                            #38 Ha trovato il posto perfetto

                                                                            39 Punti
                                                                            Mi Piace

                                                                            Lascia un commento

                                                                              #39 Un alce si rilassa in piscina a Spokane Valley, Washington

                                                                              39 Punti
                                                                              Mi Piace

                                                                              Lascia un commento

                                                                                #40 Il nido gigante di un passero repubblicano in Namibia, probabilmente la struttura più spettacolare costruita da qualsiasi uccello

                                                                                Il passero repubblicano (Philetairus socius) è una specie di uccello appartenente alla famiglia dei tessitori, diffusa in Sud Africa, Namibia e Botswana. Questa specie è nota per costruire grandi nidi comunitari che ricordano le capanne umane, caratterizzati da un tetto inclinato di paglia progettato per respingere la pioggia.

                                                                                Questi nidi, alcuni dei quali pesano fino a una tonnellata o più e misurano fino a 6 metri di larghezza e 3 di altezza, sono i più grandi e popolate del mondo. Costruiti attorno a strutture robuste come alberi di acacia o pali del telefono, forniscono riparo dalla luce solare diretta, dalla pioggia e dal freddo.

                                                                                Ogni nido è abbastanza grande da ospitare oltre un centinaio di coppie di uccelli, costituite da diverse generazioni. Ogni coppia riproduttiva si prende cura del proprio compartimento con ingresso privato, rivestendolo con materiale vegetale morbido e lanuginoso.

                                                                                Gli ingressi dei nidi sono ravvicinati e, visti dal basso, il nido comune ha l'aspetto di un nido d'ape. Questi uccelli apportano costantemente miglioramenti alla casa, aggiungendo nuove camere di nidificazione, e alcuni nidi sono rimasti occupati per oltre un secolo.

                                                                                39 Punti
                                                                                Mi Piace

                                                                                Lascia un commento

                                                                                  #41 Megattera che salta accanto a un peschereccio, rompendo le acque della baia di Monterey in California

                                                                                  39 Punti
                                                                                  Mi Piace

                                                                                  Lascia un commento

                                                                                    #42 Il primo bosco verticale al mondo, a Milano

                                                                                    Le torri, progettate da Stefano Boeri Architetti e completate nel 2014, ospitano oggi oltre 900 alberi e 5.000 arbusti, rendendole i primi boschi verticali al mondo.

                                                                                    36 Punti
                                                                                    Mi Piace

                                                                                    Lascia un commento

                                                                                      #43 Una gigantesca colonna vertebrale di balena che giace sul fondo di un lago alle Svalbard, in Norvegia

                                                                                      36 Punti
                                                                                      Mi Piace

                                                                                      Lascia un commento

                                                                                        #44 Pipistrelli del tipo “volpe volante”

                                                                                        35 Punti
                                                                                        Mi Piace

                                                                                        Lascia un commento

                                                                                          #45 La “Sinfonia Delle Pietre” è una struttura naturale situata nel bacino del fiume Azat, nella gola del Garni, in Armenia

                                                                                          La struttura è costituita da enormi colonne simmetriche - a sezione esagonale e pentagonale - di basalto (alte quasi 50 metri). Queste rocce si sono formate in condizioni di alta pressione a causa del raffreddamento e della cristallizzazione della lava basaltica

                                                                                          35 Punti
                                                                                          Mi Piace

                                                                                          Lascia un commento

                                                                                            #46 Mais arcobaleno

                                                                                            La storia del mais Glass Gem ha inizio con Carl Barnes, un agricoltore di origini Cherokee dell'Oklahoma. Ora ottantenne, Barnes ha iniziato a coltivare varietà di mais più antiche come un modo per riconnettersi con la sua eredità culturale.

                                                                                            Coltivando queste varietà antiche, Barnes è riuscito a isolare tipi ancestrali che erano andati perduti nelle tribù dei nativi americani quando furono trasferite nel 1800 nell'Oklahoma. Questo ha portato a uno scambio di semi di mais storici con individui che aveva incontrato e con cui aveva stretto amicizia.

                                                                                            Contemporaneamente, Barnes ha iniziato a selezionare, conservare e ripiantare i semi delle pannocchie particolarmente colorate. Secondo Barnes, il seme arcobaleno derivava da un incrocio tra il "mais in miniatura Pawnee" e un mais a farina rossa Osage, insieme a un altro mais Osage chiamato 'Greyhorse'.

                                                                                            Il nome "Glass Gems", riferito al tipo che si vede qui in foto, è stato coniato dal compagno agricoltore di Barnes, Greg Schoen, per descrivere un tipo di mais blu-verde e rosa-viola che ha coltivato nel 2007.

                                                                                            33 Punti
                                                                                            Mi Piace

                                                                                            Lascia un commento

                                                                                              #47 Nel Queensland, in Australia, i pesci vela detengono il titolo di essere i nuotatori più veloci dell’oceano, capaci di raggiungere una velocità di 112 chilometri all’ora

                                                                                              33 Punti
                                                                                              Mi Piace

                                                                                              Lascia un commento

                                                                                                #48 Gli acquedotti di Cantalloc, costruiti dai Nazca nel deserto peruviano 1.500 anni fa, sono ancora in uso oggi

                                                                                                I fori dalla forma unica consentono al vento di spingere l'acqua dalle falde acquifere sotterranee verso le aree dove è più necessaria, attraverso una serie di canali sotterranei.

                                                                                                32 Punti
                                                                                                Mi Piace

                                                                                                Lascia un commento

                                                                                                  #49 Scultura in alluminio di uno scheletro di serpente marino di 150 metri a Saint Brevin vicino a Nantes, in Francia

                                                                                                  25 Punti
                                                                                                  Mi Piace

                                                                                                  Lascia un commento

                                                                                                    #50 Un orso delle caverne completamente conservato, si stima abbia 39.500 anni ed è stato scoperto nel permafrost siberiano

                                                                                                    I resti sono stati trovati da pastori di renne nell'estremo nord russo, e persino il naso e i denti dell'orso erano ancora intatti. Questa incredibile scoperta offre agli scienziati un'opportunità senza precedenti di studiare l'anatomia, il comportamento e la dieta dell'animale e ottenere preziose informazioni sul mondo preistorico

                                                                                                    22 Punti
                                                                                                    Mi Piace

                                                                                                    Lascia un commento

                                                                                                      Se ti piacciono i nostri articoli, segui Keblog su Google News!

                                                                                                      What do you think?

                                                                                                      38 Punti
                                                                                                      Mi Piace

                                                                                                      Keblogger: Francesca Proietti

                                                                                                      Appassionata di animali, fotografia, artigianato e viaggi, nonché keblogger sfegatata!

                                                                                                      Tocca a te, lascia un commento!

                                                                                                      Lascia un commento