Segui Keblog su Facebook:

Lo spot televisivo mostra due coppie di teenager che “fanno sega” per un giorno, salgono su un furgone Volkswagen e si spogliano delle loro divise scolastiche. Si recano presso una bellissima spiaggia e cominciano a giocare tra le onde mentre bevono birra. La vita è bella. Poi una delle ragazze calpesta una mina anti uomo (come accade solitamente in Australia), e la bella musica è troncata da un’esplosione e una pioggia di brandelli umani. “Questo è quello che succede quando fai sega”, avverte lo spot dopo che altri amici fanno la stessa fine. “Resta a scuola”.

 

Va bene lo spot contro l’abitudine di marinare la scuola, ma questo ci sembra piuttosto estremo. Come può questo video essere una vera pubblicità del servizio pubblico? Alla fine del video si legge che lo spot è stato realizzato dalla “Learn for Life Foundation of Western Australia”, descritta come una organizzazione non-profit che promuove l’importanza dell’educazione per persone di tutte le età. Beh, questo è un po vago, così come il resto della fondazione. Il loro sito vede immagini di persone sorridenti e nessun contatto, spiegazione o dettaglio, a parte un link a Henry & Aaron.

Henry Inglis e Aaron McCann sono un duo di registi con una storia di produzione di pubblicità shock. Guarda caso sono anche dei comici, in caso uno non avesse trovato il titolo del video “set yourself free” comico.

Il video shock che invita a non marinare la scuola. Sarà vero?

[fonte]

Che ne pensi?

Tag