La solitudine in rosso e nero: i dipinti di figure femminili di Elena Beccaro

Segui Keblog su Facebook:

“Senza una grande solitudine nessun serio lavoro è possibile”
Pablo Picasso
Elena Beccaro è una giovane artista di Padova che vive e lavoro Londra, racconta di essersi spostata nella capitale inglese per vivere “una concezione diversa del tempo, Londra è una città così frenetica da far sembrare assopito qualsiasi altro posto, qui sia ha sempre l’impressione di vivere a pieno qualunque momento… o di non viverne affatto nessuno… è una dicotomia inebriante”.
Inizia esprimere i suoi stati d’animo attraverso le immagini fin da piccolissima, crescendo impara ad applicare diverse tecniche, e le sfrutta tutte per rielaborare al meglio le esperienze e le emozioni dei diversi momenti della sua vita. In ogni sua opera c’è uno scarto di un’esperienza vissuta.

In principio furono le matite usate come “allenamento” con disegno tecnico e dal vero, proseguendo con ritratti a carboncino e sanguigna. In tutte le varie fasi che si sono susseguite tra l’olio, la china, la grafite e i pixel c’è una presenza costante della necessità e del bisogno di mischiare ed esplorare nuove tecniche.

Recentemente si è concentrata sul tema della solitudine con dipinti ad olio, rappresentando questa forte emozione non sempre come qualcosa di negativo, ma come una delle fasi della vita.

“Come il battito cardiaco umano prevede contrazione e decontrazione per vivere la nostra esistenza abbiamo bisogno sia delle emozioni positive che di quelle negative, perché di fatto non sono positive e negative, ma sono le nostre emozioni, sono quel che ci rende umani, lo diceva anche lo stesso Platone: piacere e dolore sono legati per la testa, e dove va uno va anche l’altro”

Le protagoniste di queste tele sono delle figure femminili uniche poiché frutto di un dato momento unico ed irripetibile, le figure sono avvolte da uno sfondo a campitura omogenea e ritratte nella loro intimità con delle pose innaturali. La loro condizione è accentuata dall’uso del bianco e nero che le imprigiona immobilizzandole come delle statue.
Elemento che si fa notare ed è quasi sempre presente è il rosso, come filo o nastro, o come pennellata che spezza la monocromia del quadro. Questo colore da contrastanti significati come l’amore, il sangue, il calore e la violenza può essere letto a seconda del tema del dipinto o dal diverso osservatore.
La particolarità di queste tele è che sono pezzi unici come le figure che ritraggono, sembra quasi che in ogni quadro sia rappresentata una donna diversa perché diverse sono le reazioni – dalla forza, alla depressione – nella propria intima solitudine.
Da un anno ha deciso di aprire un negozio su Etsy, RedAndSilhouette, nella quale potete trovare alcune delle opere dei vari periodi insieme ad altri lavori come fotografie e stampe realizzati precedentemente.

Potete trovare esposte le sue le sue opere in una mostra personale al Radisson Blu Galzignano Terme Spa & Golf Resort ( Pd ), dal 1 al 30 Maggio 2015, tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.00.

L'attimo dopo - arte pittura contemporanea Elena Beccaro
nella rete - arte pittura contemporanea Elena Beccaro

bianco e nero - arte pittura contemporanea Elena Beccaro
movenze sinuose01 - arte pittura contemporanea Elena Beccaro

il risveglio - arte pittura contemporanea Elena Beccaro

estasi

What do you think?

Keblogger: Melania

Ora Tocca a Te, Commenta!

Lascia un commento