Luoghi reali da visitare che hanno ispirato 8 quadri famosi

    Luoghi reali da visitare che hanno ispirato 8 quadri famosi
    Segui Keblog su Facebook:

    Vi piacerebbe entrare in un quadro di Van Gogh o di Claude Monet? Non siamo impazziti e non parliamo di realtà virtuale. Se pensate che sia una cosa impossibile, allora non sapete che alcune delle ambientazioni di quadri famosissimi esistono nella realtà e si possono persino visitare.

    Potrete sedere in un caffè nel sud della Francia e sentirvi in uno dei capolavori di Vincent Van Gogh, o visitare un sobrio cottage in Ohio e trovarvi catapultati nel celebre dipinto di Grant Wood.

    Se siete curiosi di vedere alcuni dei luoghi che hanno ispirato opere d’arte iconiche, seguiteci in questo viaggio che vi porterà lontano dai musei e dai libri di storia dell’arte, in luoghi reali da visitare che vi sembrerà di conoscere da sempre.

    Atelier Cézanne (serie di nature morte di Paul Cézanne)

    Luoghi Veri Dove Sono Ambientati Quadri Famosi Natura morta con Cupido di gesso, Paul Cézanne, 1895 circa – Nationalmuseum via Wikimedia Commons

    Luoghi Veri Dove Sono Ambientati Quadri Famosi Atelier Cézanne – Foto di Kelly Richman-Abdou

    Nella città francese di Aix-en-Provence, nacque e trascorse la maggior parte della sua vita l’artista Paul Cézanne. Il pittore scelse una vecchia fattoria immersa tra le colline e la trasformò nel suo studio. All’interno di questo atelier, l’artista completò diversi quadri famosi, tra cui il dipinto “Natura morta con Cupido di gesso”. Oggi i visitatori possono visitare lo studio, che ospita ancora mobili originali dell’artista, i materiali per la pittura e alcuni oggetti utilizzati dal pittore nei suoi quadri.

    Le Café La Nuit (Terrazza del caffè la sera, Place du Forum, Arles di Vincent van Gogh)

    Luoghi Veri Dove Sono Ambientati Quadri Famosi Terrazza del caffè la sera, Vincent Van Gogh, 1888 – Wikimedia Commons

    Luoghi Veri Dove Sono Ambientati Quadri Famosi Le Café La Nuit, Arles, Francia – Foto di Kelly Richman-Abdou

    È proprio ad Arles, una colorata città nel sud della Francia, che Vincent Van Gogh sviluppò il suo stile distintivo e completò alcuni dei suoi quadri più famosi. Tra questi, “Terrazza del caffè la sera”, che ritrae Place du Forum in una temperata serata settembrina. “Sulla terrazza”, scrisse Van Gogh in una lettera a sua sorella, “ci sono piccole figure di persone che bevono. Un’enorme lanterna gialla illumina la terrazza, la facciata, il marciapiede e proietta persino la luce sui ciottoli della strada, che assumono una sfumatura violetto-rosa”. Van Gogh dipinse il quadro all’aperto. Oggi potrete rivivere l’atmosfera del dipinto, passeggiando nel punto esatto in cui l’artista installò il suo cavalletto, mentre i visitatori sorseggiano i loro drink seduti a Le Café La Nuit.

    Vista da Terrain des Peintres in Provenza (serie sulla montagna di Sainte-Victoire di Paul Cézanne)

    Luoghi Veri Dove Sono Ambientati Quadri Famosi La montagna Sainte-Victoire, Paul Cézanne, 1890 circa, Google Arts & Culture via Wikimedia Commons

    Luoghi Veri Dove Sono Ambientati Quadri FamosiMontagna Sainte-Victoire – Flickr

    Paul Cézanne, tra il 1882 ed il 1906, realizzò una serie di almeno 30 dipinti della montagna di Sainte-Victoire, una catena montuosa in Provenza. I dipinti si differenziano per le sperimentazioni che l’artista ha condotto sul colore, la composizione ed il tipo di pennellata. La maggior parte di questi pezzi sono stati dipinti da un punto di osservazione situato a breve distanza dal suo studio. Conosciuto oggi come Terrain des Peintres, questa splendida vista fa parte del “Cézanne Trail”, che consente ai visitatori di seguire letteralmente le orme dell’artista.

    Il Palazzo di Westminster (serie “Il Parlamento di Londra” di Claude Monet)

    Luoghi Veri Dove Sono Ambientati Quadri Famosi Il Parlamento di Londra al tramonto, Claude Monet, 1903 – Postdlf via Wikimedia Commons

    Luoghi Veri Dove Sono Ambientati Quadri Famosi Parlamento al tramonto foto di poludziber via Shutterstock

    Monet fece frequenti viaggi a Londra, dove dipinse 25 studi del Palazzo di Westminster, affascinato dai colori cangianti con cui il cielo si rifletteva sul Tamigi. Si ritiene che l’artista abbia realizzato i pezzi da una terrazza del secondo piano dell’ospedale St. Thomas, oggi di difficile accesso. Ma non temete, una passeggiata lungo le rive e i ponti del fiume offre vedute quasi identiche.

    Che ne pensi?

    Tag