Segui Keblog su Facebook:

A molti piace festeggiare l’8 Marzo, Festa della Donna. Pochi sanno il motivo della ricorrenza. Pochi conoscono o si preoccupano del livello di partecipazione delle donne alle attività governative o delle grandi aziende, cioè le attività che contano.

Le donne sono sotto-rappresentate nei governi della maggior parte dei paesi del mondo. Nel mese di ottobre 2013, la media globale delle donne nelle assemblee nazionali era del 22%. Il suffragio (il diritto di voto) delle donne negli Stati Uniti è stato raggiunto progressivamente, prima a livello locale e statale, a partire dalla fine del 19° secolo e l’inizio del 20° secolo, e nel 1920 le donne negli Stati Uniti hanno ricevuto universalmente il diritto di voto, con il passare del XIX emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti.

Alcuni paesi occidentali sono stati lenti nel permettere alle donne di votare; in particolare la Svizzera, dove le donne hanno guadagnato il diritto di voto alle elezioni federali nel 1971, e nel cantone di Appenzell Innerrhoden è stato concesse alle donne il diritto di voto su questioni locali solo nel 1991, quando il Cantone è stato costretto a farlo dalla Corte Suprema Federale della Svizzera. In Liechtenstein, nel 1984, attraverso un referendum, venne concesso il diritto di voto alle donne.

Mappa della partecipazione delle donne alla politica

mappa-partecipazione-donne-politica-governi-mondo
Fonte: Wikipedia

 

 

Mappa della differenza tra i sessi nel 2014

Fonte: World Economic Forum

 

Altrove sul Web

FONTE wikipedia.org

Che ne pensi?

Tag