in ,

Coronavirus, complottisti in UK bruciano le antenne 5G perché causerebbero il COVID-19

Segui Keblog su Facebook:

Come succede in molti eventi disastrosi che coinvolgono interi popoli, anche nel caso della pandemia di coronavirus COVID-19 non mancano le teorie alternative alle versioni ufficiali, anche se spesso non sono supportate da evidenze scientifiche. Nel Regno Unito, una decina di antenne per telefoni 5G sono state incendiate negli ultimi giorni, e pare che i gruppi di persone responsabili di questi attivi ritengano che la nuova tecnologia di telecomunicazioni sia la causa del virus, o che ne abbia accelerato la diffusione.

I video di questi attacchi incendiari sono stati condivisi sui social media da alcune di quelle persone le cui teorie cospirative collegano il 5G alla pandemia globale, e c’è anche chi sollecita altri attacchi.

Video: Official #1 Birmingham Page

Gli attacchi alle antenne 5G sono iniziati la scorsa settimana, due sono avvenuti a Liverpool e uno a Birmingham. I tecnici delle telecomunicazioni, considerati lavoratori essenziali secondo le linee guida del governo, devono anche affrontare aggressioni verbali e fisiche mentre sono al lavoro.

Coronavirus, complottisti in UK bruciano le antenne 5G perché causerebbero il COVID-19Immagine: most_hated_1_lol

In risposta agli attacchi, il direttore del servizio sanitario nazionale Stephen Powis ha respinto le teorie complottiste definendole “spazzatura completa e totale”.

Gli scienziati hanno anche accusato le celebrità che stanno promuovendo le teorie complottiste, come la cantante M.I.A. e l’attore Woody Harrelson. Nonostante non ci siano prove a sostegno delle teorie complottiste, queste continuano a proliferare sui social media.

What do you think?

Altrove sul Web

Che ne Pensi?

Lascia un commento