in ,

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieri

Segui Keblog su Facebook:

Qui a Keblog siamo sempre felici quando abbiamo la possibilità di dare buone notizie, soprattutto quando riguardano gli animali. Una combinazione di piogge, limitazioni dei viaggi internazionali dovuti al coronavirus COVID-19 e pesanti pene sia amministrative che detentive per i bracconieri ha contribuito ad un recente boom di nascite di elefanti in Kenya.

Grazie anche a diverse iniziative di conservazione e protezione degli animali iniziate nel 2012, la popolazione di elefanti del Kenya ha visto un aumento costante da 16.000 individui nel 1989 a 34.800 rilevati alla fine del 2019. L’attuale numero di elefanti supera il doppio di quello degli anni ’90.

Finalmente, la lotta ai bracconieri in Kenya sta dando i suoi frutti

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieriImmagine: nike159

Gli sforzi del Kenya per proteggere gli animali sembra aver avuto i suoi effetti positivi. Le autorità hanno attivamente represso l’attività dei bracconieri, i quali sono stati condannati a multe salate e pene detentive molto severe. Le condanne hanno evidentemente scoraggiato altri ad intraprendere questa attività illegale.

Grazie anche all’aumento delle piogge, si è recentemente verificato un boom delle nascite di elefantini

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieri

Immagine: hhach

Nell’Amboseli National Park sono già nati 140 elefantini quest’anno, un record in questo parco famoso in tutto il mondo per le viste mozzafiato sul Kilimanjaro e sulla savana. Tra le nuove nascite ci sono anche due coppie di gemelli, un evento molto raro, secondo le autorità.

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieriImmagine: Katie Hollamby

“È stato un anno difficile per tutti noi, ma c’è comunque molto da festeggiare”, ha detto Winnie Kiiru, della Elephant Protection Initiative. “Qui ad Amboseli gli elefanti prosperano. Nel 2020 sono nati 140 bellissimi elefantini e se ne prevedono altri in arrivo”.

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieriImmagine: kikatan

Per comprendere quanto sia bella questa notizia, si pensi che in tutto il 2018 sono nati 113 elefantini. Il 2019 non è preso in considerazione perché la gravidanza di un elefante dura quasi due anni.

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieriImmagine: Nel_Botha-NZ

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieriImmagine: Mariamichelle

Parlando con i giornalisti presso l’Amboseli National Park in occasione della Giornata Mondiale dell’Elefante (mercoledì 12 agosto), il segretario per il turismo e la fauna selvatica del governo keniota, Najib Balala, ha detto: “Negli ultimi due anni siamo riusciti a debellare il bracconaggio in questo paese. Il numero di elefanti uccisi dai bracconieri da gennaio ad oggi è stato sette. Ci dispiace che siano state sette”.

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieriImmagine: photoliver

Nel 2018 sono stati uccisi dai bracconieri 80 elefanti in totale. Nel 2019 questo numero è sceso a 34. Le autorità sono ottimiste sulla base dei dati attuali e prevedono, per il 2020, un numero ancora inferiore.

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieriImmagine: Free-Photos

Alla stretta sul bracconaggio si aggiunge anche un aumento delle piogge, che già nel 2019 sono state più abbondanti del solito, mettendo fine ad anni di grave siccità. Le piogge hanno portato maggiore vegetazione (quindi cibo per gli elefanti) e sconfitto la sete.

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieriImmagine: designerpoint

La Giornata mondiale dell’elefante è una ricorrenza che vuole sensibilizzare cittadini e governi sulle minacce alla sopravvivenza degli elefanti africani e asiatici.

Boom di elefantini in Kenya grazie alle piogge e alla galera per i bracconieriImmagine: ronbd

Se ti piacciono i nostri articoli, segui Keblog su Google News!

What do you think?

Keblogger: Giusy Valente

Ho lavorato nel campo dell'arte e della fotografia, e mi piace scrivere su diversi argomenti. Amo tutti gli animali e cerco di piacere soprattutto ai miei mici, dato che i gatti domineranno il mondo.

Ora Tocca a Te, Commenta!

Lascia un commento