Segui Keblog su Facebook:

Il fotografo canadese Shawn Van Daele crede che “tutto sia possibile”, quindi ha provato ad applicare questo modo di pensare ai bambini in stato di bisogno. Ha cominciato a raccogliere disegni di bambini con problemi di salute e, ispirato dalle illustrazioni dei loro sogni e desideri, ha dato loro vita con il mezzo che conosce meglio: la fotografia.

Nel suo progetto “Drawing Hope” (“disegnando la speranza”), scatta delle foto con bambini, mettendo in recita il loro disegno e rendendo i bambini stessi eroi ed eroine, nel mondo reale, del loro mondo fantastico. Gli straordinari risultati della sua fotografia manipolata digitalmente e gli scatti stessi portano gioia nella vita di questi bambini e delle loro famiglie.

Poichè molti di questi bambini hanno necessità di un trapianto, il progetto mira ad aumentare la consapevolezza di quanto sia necessario e semplice per ognuno di noi diventare donatori.

David, il Guardiano delle Stelle

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-3__88

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-4__88

David è nato con una Sindrome ipoplastica sinistra del cuore, il che significa che metà del suo cuore non si è interamente sviluppato. Ha subito il primo intervento chirurgico a 8 giorni dalla nascita, il che ha causato un arresto cardiaco che per fortuna è rientrato. È stato in ospedale per 8 settimane, soffrendo di diverse infezioni. Ha in seguito avuto un infarto, prima del suo secondo intervento chirurgico a sette mesi e mezzo. Tre anni dopo ha subito il suo terzo intervento, che l’ha aiutato a prolungare la vita del suo piccolo cuore. Anche se David potrebbe avere un giorno bisogno di un trapianto di cuore, sa che tutto è possibile. Anche proteggere le stelle a cui tutti noi chiediamo di esaudire i nostri desideri.

Marco, l’Esploratore

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-11__8

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-12__8

Marco è nato con un cuore mal funzionante. Grazie al miracolo di un trapianto di cuore all’età di 34 giorni, Marco ha ricevuto il dono della vita, ma si è ammalato all’età di 4 anni di cancro, che eroicamente ha combattuto e vinto. Con determinazione e un donatore, tutto è possibile. Perfino le mele magiche.

Ryley, la Regina di Cuori

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-17__8

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-18__8

A 7 mesi, la vita di Ryley è stata salvata da un trapianto di cuore, reso possibile da un donatore. Grazie ai donatori, tutto è possibile, anche gli unicorni.

Anniek, l’Eroina del Castello di Sabbia

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-1__88

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-2__88

Anniek è nata con 5 difetti congeniti del cuore che gli furono diagnosticati dopo 7 ore dalla nascita. A 17 giorni, ha subito un intervento chirurgico a cuore aperto per riparare le disfunzioni. Attualmente ha un tubo collegato per fornirle nutrimenti, e potrebbe aver bisogno di altre operazioni in futuro. Nonostante le sue condizioni, Anniek sa che tutto è possibile, anche diventare l’Eroina del Castello di Sabbia.

Alexandria, la Regina del Paese delle Caramelle

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-5__88

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-6__88

Alexandria è nata con una rara malattia chiamata Atresia biliare, una malformazione del dotto biliare comune nel fegato. A un mese di vita è stata sottoposta a procedura chirurgica KASAI, ma tre mesi dopo è stato deciso che aveva bisogno di un trapianto di fegato. Fortunatamente, dopo essere stata inserita in lista d’attesa, ha ricevuto il suo dono della vita dopo soli 8 giorni. Con il suo nuovo fegato, grazie ad un donatore, la piccola è un vero esempio di come tutto sia possibile, anche diventare la Regina del Paese delle Caramelle.

Dawson, Pirata dell’Isola Trillium

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-9__88

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-10__8

Dawson ha sviluppato la meningite quando aveva appena 2 mesi. Come conseguenza, ha avuto un’idrocefalia esterna ed emorragia del cervello, nonché infezioni ai reni e alla vescica. Gran parte del suo primo anno di vita lo ha passato in ospedale, combattendo le infezioni. Una lieve paralisi cerebrale, una spina bifida occulta e danni a reni e fegato lo costringono, spesso, su una sedia a rotelle. Ma tutto questo non gli impedisce di credere che tutto sia possibile, anche diventare il Pirata dell’Isola Trillium.

Dominic, il Viaggiatore nel Tempo

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-13__8

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-14__8

Dominic è nato prematuramente con la Sindrome di Down, problemi di alimentazione e malfunzionamento congenito del cuore. Ha subito molti interventi chirurgici, più recentemente al cuore. Dominic non parla e viene ricoverato diverse volte durante l’anno a causa della polmonite ricorrente. Ma a parte tutto questo, con la sua risata contagiosa e il suo senso dell’avventura, tutto è possibile. Anche viaggiare nel tempo per giocare con i dinosauri.

Kayla, la Custode della Foresta

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-7__88

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-8__88

Quando Kayla aveva 9 anni, le è stato diagnosticato il Morbo di Chron, una grave infiammazione dell’intestino e del tratto gastro intestinale che le causa forti dolori, gonfiori, affaticamento e altri sintomi. Prende medicine tutti i giorni per tenere la malattia sotto controllo, così da poter continuare a coltivare il suo amore per i cavalli. Non c’è cura per questa malattia, ma con la ricerca continua tutto è possibile, anche foreste magiche.

Avery, la Fatina Farfallina

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-15__8

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-16__8

Avery è nata con il palato tagliato, la mandibola sottosviluppata e problemi di alimentazione e respirazione. Ha trascorso le sue prime 6 settimane in ospedale. Il suo primo intervento chirurgico lo ha avuto a 2 mesi, un tubo per l’alimentazione. Il suo palato tagliato è stato riparato, e le sono stati introdotti dei tubicini alle orecchie quando aveva 1 anno. In tutto questo, non ha smesso mai di sorridere. Continuate a sorridere e vedrete che tutto è possibile, anche le fatine.

Kaleigh, la Principessa del Castello di Rose

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-19__8

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-20__8

A Kaleigh è stata diagnosticata, a 13 mesi, un’artrite reumatoide infantile, che le ha impedito di muoversi come una normale bambina dovrebbe. Per diversi anni ha avuto bisogno di un’iniezione settimanale di un potente narcotico, che alla fine ha fatto regredire la malattia. Lo scorso Dicembre l’artrite è tornata, ma delle iniezioni dirette nelle articolazioni l’hanno aiutata. Nonostante il dolore, che la maggior parte degli adulti non hanno mai provato, Kaleigh crede ancora che tutto sia possibile, anche diventare la Principessa del Castello delle Rose.

Dominic, il Re della Speranza

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-21__8

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-22__8

A Dominic sono state diagnosticati, a 24 settimane nell’utero, gravi problemi cardiaci. Ha subito il suo primo intervento chirurgico quando aveva 4 giorni di vita, e ha passato il suo primo Natale in ospedale per un intervento a cuore aperto. Al suo terzo compleanno ha avuto un terzo intervento. Da allora gli sono stati diagnosticati problemi all’apprendimento e al parlato, ma questo non lo ha fermato dal pensare in grande. Con squadre di individui dediti a salvare la vita dei bambini, tutto è possibile. Persino diventare il Re di un castello tutto tuo.

Chance, il Capitano

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-23__8

drawing-hope-project-children-drawings-shawn-van-daele-24__8

A Chance è stata diagnosticata, nel Giungo del 2011, una grave forma di leucemia. Dopo un mese, la diagnosi è stata cambiata in “rara, alto rischio”. I trattamenti di chemioterapia dovrebbero durare fino a Ottobre 2014, ma la sua energia e voglia di vivere fanno sperare i familiari e tutte le persone attorno a lui. Quando dai alla speranza una Chance, tutto è possibile. Anche diventare Capitano di una nave tutta tua.

[fonte delle foto]

[fonte]

Che ne pensi?

Tag