Segui Keblog su Facebook:

È impossibile immaginare la vita sul nostro pianeta senza il Sole. Sappiamo tutti come l’alba ed il tramonto possano essere incredibili, scene da cui è impossibile distogliere lo sguardo.

Ma avete mai provato ad immaginare come potrebbe essere un’alba vista da un pianeta diverso dal nostro?

Le illustrazioni digitali fatte da Ron Miller, che ha trascorso decenni a raffigurare scene di altri mondi, ci aiutano a farcene un’idea, in un fantastico tour interplanetario.

Altre info: Ron Miller

Mercurio

illustrazioni-digitali-mostrano-alba-su-altri-pianeti-ron-miller-3© Ron Miller

Mercurio si trova a soli 60 milioni di chilometri dal Sole, equivalente al 39% della distanza tra quest’ultimo e la Terra. Ecco perché l’alba su Mercurio è tre volte più grande e più luminosa di quanto non sia sulla Terra.

Venere

illustrazioni-digitali-mostrano-alba-su-altri-pianeti-ron-miller-8© Ron Miller

Il Sole che si vede appena dalla superficie di Venere è lontano 108 milioni di chilometri (72% della distanza tra la Terra ed il Sole). A causa delle dense nubi che avvolgono questo pianeta, il Sole si presenta come una macchia di colore chiaro nel cielo nuvoloso di una torbida giornata.

Marte

illustrazioni-digitali-mostrano-alba-su-altri-pianeti-ron-miller-6© Ron Miller

Marte orbita ad una distanza di 230 milioni di chilometri dalla nostra stella, circa 1,5 volte quella della Terra dal sole. Ma non è la distanza che riduce la visibilità del Sole, piuttosto sono i forti venti che trasportano polvere fino all’atmosfera del pianeta rosso.

Giove

illustrazioni-digitali-mostrano-alba-su-altri-pianeti-ron-miller-5© Ron Miller

Ecco come appare il Sole da Europa, una delle lune di Giove. Giove è molto, molto più lontano, a 779 milioni di chilometri dal Sole (5,2 volte maggiore della distanza tra il Sole e la Terra). La luce del sole illumina Giove in un anello rossastro che passa attraverso gli strati di atmosfera del gigante gassoso.

Saturno

illustrazioni-digitali-mostrano-alba-su-altri-pianeti-ron-miller-1© Ron Miller

Saturno è uno dei pianeti più facilmente riconoscibili. Esso orbita intorno al Sole ad una distanza di 1,5 miliardi di chilometri (9,5 volte la distanza tra la Terra e la nostra stella). I raggi del sole sono rifratti dall’abbondanza di cristalli di ghiaccio di acqua e gas, che creano immagini incredibili, come il fenomeno del ‘falso sole’.

Urano

illustrazioni-digitali-mostrano-alba-su-altri-pianeti-ron-miller-7© Ron Miller

Su Ariel, una delle lune di Urano, si sarebbe trattato di una insolita, ma allo stesso tempo spettacolare, vista. Qui il sole fornisce a malapena un po’ di calore, dal momento che si trova quasi a 2,8 miliardi km di distanza (19 volte la distanza tra il Sole e la Terra).

Nettuno

illustrazioni-digitali-mostrano-alba-su-altri-pianeti-ron-miller-4© Ron Miller

Ecco come sarebbe il Sole visto da Tritone, la più grande luna di Nettuno. La sua distanza dalla nostra stella è di 4,5 miliardi di chilometri (30 volte quella tra la Terra e il Sole). Enormi geyser di polvere e gas su questo satellite ghiacciato eclissano il piccolo disco di luce sospeso in uno scuro cielo stellato.

Plutone

illustrazioni-digitali-mostrano-alba-su-altri-pianeti-ron-miller-2© Ron Miller

Dal punto di vista del pianeta più lontano del nostro sistema solare, il Sole è poco più di un piccolo punto luminoso di luce. Plutone è a 6 miliardi di chilometri dal Sole (40 volte la distanza tra quest’ultimo e la Terra), il che significa che la luce che raggiunge è 1.600 volte inferiore a quella che riceviamo qui.

FONTE brightside.me

Che ne pensi?

Autore