in , ,

Bambino porta tutta la classe d’asilo all’udienza per la sua adozione e la cerimonia è adorabile

Segui Keblog su Facebook:

Quando giustizia è fatta è sempre una bella cosa, ma quando un’aula di tribunale si riempie di bambini dell’asilo, diventa adorabile. Michael Orlando Clark Jr. è un bambino di 5 anni del Michigan, USA, che ha finalmente trovato una famiglia. L’adozione è stata ufficialmente formalizzata durante un’audizione presso il tribunale per i minori di Grand Rapids. Per l’occasione, il bambino ha voluto il supporto e l’amore dei suoi compagni di asilo, perciò li ha portati tutti con sé!

Un bambino di 5 anni di nome Michael è stato recentemente adottato, e all’udienza davanti al giudice si è portato l’intera classe di asilo

Immagine: Kent County

Immagine: Kent County

La cerimonia è stata adorabile, e il giudice ha dato ai piccoli la possibilità di intervenire, dato che molti di loro volevano pubblicamente dire quanto vogliono bene a Michael.

I bambini hanno anche avuto la possibilità di intervenire, e alcuni di loro hanno tenuto a dire quanto vogliono bene al loro compagno di classe

Michael e i suoi nuovi genitori hanno avuto i migliori supporter che potevano sperare

Immagine: Kent County

Alla fine, la giudice ha letto il suo decreto con il quale dichiarava Micheal ufficialmente adottato

Il bambino con i suoi genitori hanno potuto anche battere il martello sul banco

Quando, alla fine, la giudice ha dichiarato il bambino ufficialmente adottato, Michael ha potuto battere il martello insieme ai suoi nuovi genitori, e i compagni di asilo sono esplosi di gioia agitando le loro bacchette a forma di cuore in segno di giubilo.

Immagine: Kent County

L’insegnante di Michael è intervenuta per dire alcune parole: “Abbiamo iniziato l’anno scolastico come una famiglia. Una famiglia non deve necessariamente avere lo stesso DNA, perché famiglia vuol dire sostegno e amore”.

Immagine: Kent County

“Una famiglia non deve necessariamente avere lo stesso DNA, perché famiglia vuol dire sostegno e amore”, ha detto la sua insegnante

What do you think?

Altrove sul Web

Che ne Pensi?

Lascia un commento