Segui Keblog su Facebook:

Ci sono storie vere molto più spettacolari di tante inventate e allora perché non farle diventare film?

Se poi parliamo di horror, un genere da brivido, sapere che alcuni dei fatti più spaventosi non sono solo il frutto di una fantasia piuttosto macabra ma ispirati ad eventi realmente accaduti, può essere davvero sconvolgente.

E purtroppo la realtà a volte è molto più spaventosa della finzione. Se non riuscite a crederci, allora date un’occhiata a questi 13 film dell’orrore che raccontano alcune vicende umane davvero terribili.

1. Monster (2003)

Film Horror Tratti Da Storie Vere Florida Department of Corrections/wikimedia – Newmarket Films

La trama: Aileen Wuornos, una prostituta, viene picchiata e violentata durante l’incontro con un cliente. Lei lo uccide con un revolver che è nascosto nella sua borsa. Dopo questo incidente, Aileen inizia a uccidere tutti i clienti che pensa meritino di morire. Seguendo le sue regole la donna non uccide le persone che sembrano essere buone.

La vera storia: questo film racconta la storia della vera Aileen Wuornos. A soli 14 anni dopo essere rimasta senza famiglia inizia a prostituirsi per sopravvivere, dopo alcuni anni tra arresti per guida in stato d’ebrezza, disturbo delle quiete e furto, conosce una cameriere in un bar per omosessuali, Tyria Moore, con cui intreccia una relazione. Le due vanno a vivere insieme e Wuornos continua a prostituirsi per mantenere entrambe. Il 30 novembre del 1989 la donna tornò a casa con l’auto della sua prima vittima, che uccise con una calibro 22. Da allora uccise diverse persone, fino a quando non fu arrestata e, dopo 12 anni nel braccio della morte, giustiziata, il 9 ottobre 2002.

2. The Mothman Prophecies – Voci dall’ombra (2002)

Film Horror Tratti Da Storie Vere Katherine Bowman/flickr Lakeshore Entertainment

La trama: l’editorialista John Klein e sua moglie Mary vengono coinvolti in un incidente stradale dopo aver visitato una case da acquistare. Mary afferma di aver visto una strana creatura. In seguito la donna morirà per un raro tumore cerebrale lasciando in eredità al marito dei disegni inquietanti raffiguranti la strana creatura.

La vera storia: il film è basato sul libro di John Keel. Keel ha indagato sugli eventi che si sarebbero verificati tra il novembre 1966 e il dicembre 1967 a Point Pleasant, Virginia Occidentale, intervistando diversi testimoni che avrebbero avvistato una misteriosa creatura, chiamata Mothman (Uomo Falena). Secondo alcune leggende gli avvistamenti di questa figura sarebbero collegati alle grandi catastrofi della storia. L’ultima volta che il Mothman fu visto a Point Pleasant, fu prima del crollo del Silver Bridge, che causò la morte di 46 persone.

3. Il serpente e l’arcobaleno (1988)

Film Horror Tratti Da Storie Vere wikimediaUniversal Studios

La trama: un antropologo della Harvard University si reca ad Haiti per indagare su una misteriosa polvere chiamata «pozione degli zombie» che sopprime la psiche e la funzione motoria umana.

La storia vera: il film si ispira all’omonimo libro scritto da Davis Wade che racconta di una vicenda realmente accaduta, uno dei casi più famosi di presunta trasformazione di un uomo in zombie. Quando il quarantenne Clairvius Narcisse, il 30 aprile del 1962, si recò all’Albert Schweitzer Hospital, presso Deschapelles ad Haiti, presentava sintomi severi tra cui tosse, forti dolori e sangue dalla bocca. Le sue condizioni peggiorarono e il 2 maggio dello stesso anno i medici ne dichiararono la morte, all’1.15 di notte. In seguito venne sepolto nella tomba di famiglia ma nel 1980 un uomo che disse di essere Clairvius Narcisse, si presentò davanti alla sorella mentre faceva spesa al mercato. L’uomo sostenne di essere stato vittima di un sortilegio vudù e che nel momento in cui era stato dichiarato morto era invece cosciente ma completamente paralizzato. Disse che in tutto quel tempo era stato portato in una piantagione e tenuto come schiavo finché non era fuggito. Per verificare la sua identità fu sottoposto a test psichiatrici e a domande a cui solo un membro della famiglia Narcisse avrebbe potuto rispondere e la conclusione fu che quello era davvero Clairvius. L’antropologo canadese Wade Davis, scoperta l’incredibile notizia, nel 1982 si recò ad Haiti per indagare su questa misteriosa pozione in grado di creare un coma letargico. Davis scoprì che l’intruglio era preparato con un insieme di resti umani e di alcune varietà di pesci di mare, tra cui il pesce palla che contiene la tetrodotossina, sostanza altamente tossica che produce paralisi, rallentamento del metabolismo fino alla morte. Ecco spiegato l’errore che fecero i medici nel dichiarare Clairvius Narcisse morto. Un problema non da poco ad Haiti, dove nel codice penale c’è scritto che «sarà considerato tentato omicidio l’impiego contro una persona di sostanze che, senza causare vera morte, producano coma letargico. Se in seguito a tale morte apparente la persona sarà seppellita, il fatto verrà considerato assassinio».(fonte)

4. An American Haunting (2005)

Film Horror Tratti Da Storie Vere Lionsgate UK

La trama: la famiglia Bell è stata maledetta. Un fantasma vuole la morte di uno dei membri della famiglia.

La vera storia: sono stati scritti ben 35 libri sulla famiglia Bell perseguitata da uno spirito misterioso. Basato su una storia realmente accaduta, il film racconta di una famiglia del Tennessee che tra il 1818 e il 1820 fu presa di mira da uno spirito evocato da una donna accusata di stregoneria. Qualcosa di paranormale tormentava i Bell e rese la loro vita insopportabile per diversi anni, fino a quando non fu ucciso uno dei membri della famiglia. La morte di John Bell è l’unica nella storia americana ad essere documentata come una morte causata da uno spirito.

5. Amityville Horror (2005)

Film Horror Tratti Da Storie Vere eastnews – Platinum Dunes

La trama: una coppia di sposi con 3 figli si trasferisce in una nuova casa. Il costo della casa è davvero basso perché i precedenti proprietari sono morti per una morte orribile, ma la nuova famiglia non lo sa. Strani eventi che accadono in casa convincono i nuovi proprietari che qualcosa di terribile si nasconde dentro l’abitazione.

La vera storia: il film si basa sull’omonimo romanzo scritto da Jay Anson nel 1977, ispirato a fatti realmente accaduti nella casa al numero 112 Ocean Avenue di Amityville, Long Island. In questa casa, il 13 novembre 1974, Ronald DeFeo uccise suo padre, sua madre, 2 sorelle e 2 fratelli. Nel 1975, George e Kathy Lutz, insieme ai tre figli di lei, si trasferirono nella casa da cui se ne andarono dopo appena 28 giorni, in preda al terrore, sostenendo che al suo interno si verificavano fatti paranormali.

6. An American Crime (2007)

Film Horror Tratti Da Storie Vere wikimedia – First Look International

La trama: i genitori di 2 ragazze (Silvia e Jenny) partono per lavoro e le bambine vengono affidate a Gertrude Baniszewski per $ 20 a settimana. Ma un pagamento arriva in ritardo di 2 settimane e Gertrude decide di punire Silvia e Jenny.

La vera storia: l’omicidio di Sylvia Likens è il crimine più orribile che sia mai accaduto in Indiana. Gertrude Baniszewski, a cui furono affidate le due ragazze, insieme a due dei suoi figli e ad alcuni ragazzi del quartiere picchiarono e torturano Silvia fino al 26 ottobre 1965, quando la ragazza morì per emorragia celebrale, shock e malnutrizione, dopo avere subito diversi pestaggi, ustioni e bagni in acqua bollente. Gertrude Baniszewski fu condannata per omicidio di primo grado e condannata al carcere a vita, da cui venne rilasciata per buona condotta nel 1985. Una volta uscita cambiò nome e si trasferì in Iowa, dove morì di cancro ai polmoni il 16 giugno 1990.

7. Changeling (2008)

Film Horror Tratti Da Storie Vere wikimediaUniversal Studios

La trama: A Christine Collins scompare il figlio Walter. Dopo alcuni giorni la polizia trova un ragazzino e lo porta alla donna che però sostiene che non è suo figlio. Christine cade nella disperazione ma ogni sua dichiarazione al riguardo viene presa per falsa fino a quando non la definiranno una malata di mente. Grazie alla caparbietà di Christine si scoprirà che Walter è finito nelle mani di un serial killer di bambini.

La vera storia: Walter Collins aveva 9 anni quando scomparve da Los Angeles il 10 marzo 1928. La polizia non fu assolutamente in grado di gestire il caso, facendosi una cattiva pubblicità sull’opinione pubblica. Cinque mesi dopo la scomparsa di Walter, fu ritrovato un bambino di nome Walter Collins a DeKalb, nell’Illinois. La polizia organizzò un incontro pubblico in cui madre e figlio si sarebbero dovuti riabbracciare per mostrare il successo della loro operazione di ricerca. Christine Collins capì subito che non si trattava di suo figlio ma portò comunque a casa il bambino. Dopo tre settimane la donna ricondusse il bambino alla polizia ed invece di essere ascoltata venne fatta rinchiudere in una clinica per malattie psichiatriche. Durante il ricovero forzato della donna, il bambino confessò di avere mentito e di avere interpretato la parte di Walter per arrivare a Los Angeles. Christine fu rilasciata diversi giorni dopo la confessione. Negli stessi anni venne arrestato e condannato a morte Gordon Northcott, con l’accusa di essere l’autore di una serie di sparizioni ed omicidi di bambini (conosciuti come Wineville Chicken Murders), verificatisi a Los Angeles e a Riverside County, California, dal 1928 al 1930. Dopo cinque anni dall’esecuzione di Northcott ricomparve uno dei bambini da lui rapito che disse di essere riuscito a scappare insieme ad altri bambini, cosa che alimentò la speranza in Christine di ritrovare suo figlio vivo. Continuò a cercarlo per tutta la sua vita senza successo.

8. Shadow People (2013)

Film Horror Tratti Da Storie Vere Anchor Bay Entertainment

La trama: un conduttore radiofonico si convince che misteriose entità notturne, conosciute come le persone ombra, sono responsabili di una serie di morti nella sua città natale.

La vera storia: il film è basato sul fenomeno delle persone ombra che secondo gli studiosi del paranormale sono presenze misteriose che si rivelano nel corso della notte. Secondo altri sarebbero solamente delle allucinazioni che compaiono quando pensiamo di essere svegli, ma in realtà stiamo ancora sognando. Scientificamente il fenomeno viene descritto come un’illusione ottica.

9. Robert (2015)

Film Horror Tratti Da Storie Vere Cayobo/wikimedia – North Bank Entertainment

La trama: Paul e Jenny stanno per licenziare la loro vecchia governante, Agatha, che diventa sempre più smemorata e maliziosa. La donna arrabbiata dà una bambola chiamata Robert al figlio del suo ex datore di lavoro. Più tardi, dopo che se ne va, cominciano a succedere cose strane in casa.

La vera storia: il film è ispirato ad una bambola reale chiamata Robert. Nota anche come la bambola fantasma, è una bambola di pezza a grandezza naturale appartenuta a Robert Eugene Otto, pittore e autore di Key West, che secondo la leggenda sarebbe posseduta da spiriti maligni. Gli si attribuiscono spostamenti rapidi e occhiolini vari. Oggi la bambola si trova conservata all’East Fort Martello Museum, e secondo alcune testimonianze, per fotografarla bisogna chiederle educatamente il permesso; quelli che non si prestano avranno come risultato una foto sfocata o con la testa della bambola in posizioni strane. Alcuni sostengono anche di avere subito un malfunzionamento della macchina fotografica dal momento dello scatto a Robert, fino all’uscita dal museo.

10. Liberaci dal male (2014)

Film Horror Tratti Da Storie Vere eastnewsScreen Gems

La trama: il NYPD indaga su una serie di crimini inspiegabili. Uno dei poliziotti chiede aiuto ad un esorcista.

La vera storia: il film è basato su eventi realmente accaduti al sergente Ralph Sarchie che ha lavorato nel 46° distretto del Bronx. Le storie sono raccontate nel libro intitolato Beware the Night, in cui Sarchie ha descritto la sua esperienza nell’indagare su alcuni casi (compresi quelli misteriosi).

11. L’evocazione – The Conjuring (2013)

Film Horror Tratti Da Storie Vere OneCanSpeak/redditWarner Bros.

La trama: i Perrons si trasferiscono in una nuova casa e scoprono che non sono soli. Qualcuno sbatte le porte, c’è odore di marciume e i bambini vedono strani riflessi negli specchi. Si rivolgono ai Warrens, una coppia di esorcisti, per chiedere aiuto.

La vera storia: nel 1970, una donna comprò una bambola a sua figlia, studentessa di infermieristica. Dopo ripetuti avvenimenti in cui la bambola si spostava da sola, la ragazza contattò Ed e Lorraine Warren, due demonologi e ricercatori del paranormale statunitensi,che indagando sul caso, conclusero che all’interno della bambola si trovava uno spirito malvagio chiamato Annabelle.

12. Paura primordiale (2007)

Film Horror Tratti Da Storie Vere Dave Proffer/wikimediaHollywood Pictures

La trama: un celebre giornalista televisivo ed il suo cameraman si recano in Burundi per documentare la ricerca e la cattura di un gigantesco coccodrillo, terrore degli abitanti della zona e considerato da questi come una sorta di creatura leggendaria. In molti hanno cercato di ucciderlo, fallendo nella missione e rimanendo uccisi a loro volta.

La vera storia: il film è basato sulla vera storia di un coccodrillo di oltre 7 metri di lunghezza chiamato Gustave, che vive che nelle foreste del Burundi lungo il fiume Ruzizi. Si ritiene che abbia 65 anni e che il numero delle persone da lui uccise e divorate sia di oltre 300. Molti cacciatori locali e stranieri, con l’aiuto di forze militari, hanno cercato di ucciderlo usando AK-47 ed esplosivi, ma è ancora vivo. Nell’ aprile del 2015 il gigantesco rettile sarebbe stato avvistato sulle coste del lago Tanganyka mentre uccideva e trascinava in acqua un grosso esemplare di bufalo.

13. The Nightmare (2015)

Film Horror Tratti Da Storie Vere Zipper Bros Films

In questo film documentario, il regista Rodney Ascher fonde il linguaggio del documentario con alcune scene degne di un film horror. Il film indaga su una patologia chiamata “paralisi del sonno”, un disturbo che durante la fase tra il sonno e la veglia induce un totale blocco muscolare e l’insorgere di allucinazioni spaventose. Ascher ha selezionato 8 persone che soffrono di tale disturbo, la cui vita è stata pesantemente compromessa dalla patologia, realizzando interviste dettagliate, alternate da scene in cui il regista ricrea sullo schermo le loro minacciose allucinazioni.

Che ne pensi?

Tag