in

L’IA completa un’opera di Keith Haring lasciata intenzionalmente incompiuta e scatena un dibattito

Segui Keblog su Facebook:

L’uso dell’intelligenza artificiale per “completare” l’opera d’arte intenzionalmente lasciata incompiuta da Keith Haring, “Unfinished Painting”, ha sollevato un intenso dibattito. La vicenda è iniziata quando un utente dei social media, noto come @DonnelVillager, ha usato un generatore di immagini IA per espandere i disegni di Haring nelle sezioni vuote della tela. Questo tentativo di completare l’opera è stato interpretato come un gesto rispettoso e di celebrazione dell’artista da alcuni, ma per molti altri è stato visto, al contrario, come un atto di mancanza di rispetto e una distorsione del messaggio originale dell’opera.

Un utente di X ha usato l’intelligenza artificiale per completare “Unfinished Painting” di Keith Haring, un’opera lasciata intenzionalmente incompiuta come commento sulla crisi dell’AIDS

"Unfinished Painting" di Keith HaringImmagine: DonnelVillager

Keith Haring, nato nel 1958, è salito alla fama attraverso i suoi graffiti realizzati nelle metropolitane di New York. Negli anni ’80, Haring ha prodotto centinaia di questi disegni pubblici, talvolta creando fino a 40 disegni al giorno. Anche se è meglio conosciuto per i suoi design colorati e giocosi, Haring ha anche usato la sua arte per sensibilizzare sulla crisi dell’AIDS, malattia dalla quale è stato diagnosticato nel 1988 e che ha portato alla sua morte prematura nel 1990, all’età di 31 anni.

Questo atto è stato criticato per aver distorto il messaggio originale dell’opera e per mancanza di rispetto nei confronti delle vittime dell’AIDS, sollevando dibattiti sull’etica e i diritti d’autore nell’uso dell’IA nell’arte

"Unfinished Painting" di Keith Haring completato dall'intelligenza artificialeImmagine: DonnelVillager

“Unfinished Painting” era stato lasciato intenzionalmente incompiuto da Haring come commento sulla crisi dell’AIDS. L’atto di “completare” l’opera usando l’IA è stato criticato per il fatto che cancella completamente il suo significato originale e manca di rispetto a migliaia di persone LGBTQ+ che hanno perso la vita a causa dell’epidemia di AIDS negli anni ’80 e ’90. I critici hanno sottolineato che l’uso dell’IA in questo contesto è particolarmente problematico, poiché un programma informatico non può comprendere il peso di ciò che sta facendo né creare con alcuna intenzione umana.

“Un mio amico ha postato il tweet originale, che ho finito per citare nel mio tweet, che è il dipinto incompiuto di Keith Haring e io ho risposto dicendo ‘Non è nemmeno finito’ poi un altro mio amico ha detto ‘Finiscilo tu'”, spiega @DonnelVillager. “E l’ho finito… Molte persone hanno ipotizzato un intento dietro questa azione. Non ricordo nemmeno se sapevo quale fosse il significato dell’originale, e anche se l’avessi saputo probabilmente lo avrei fatto comunque. Ho solo pensato che fosse divertente.”

La controversia ha evidenziato il problema dell’uso non autorizzato di opere d’arte per addestrare generatori di immagini IA, provocando una riflessione sui diritti degli artisti e l’uso etico dell’IA

Keith Haring

Immagine: Wikipedia

La controversia ha sollevato questioni etiche più ampie relative all’uso dell’intelligenza artificiale nell’arte e sui diritti d’autore. Recentemente, è stata rivelata una lista di oltre 16.000 creatori visivi, tra cui Haring, le cui opere sono state presumibilmente raccolte senza il loro consenso per addestrare i generatori di immagini IA. Questo ha scatenato un dibattito sull’uso etico dell’IA e sul rispetto dei diritti degli artisti.

La Fondazione Keith Haring ha scelto di non commentare l’incidente, mentre altri artisti e critici hanno espresso la loro disapprovazione e preoccupazione per l’uso dell’IA in questo modo, mettendo in discussione la validità e l’etica di tali pratiche nel campo dell’arte.

Se ti piacciono i nostri articoli, segui Keblog su Google News!

What do you think?

7 Punti
Mi Piace

Keblogger: Francesca Proietti

Appassionata di animali, fotografia, artigianato e viaggi, nonché keblogger sfegatata!

Tocca a te, lascia un commento!

Lascia un commento