Segui Keblog su Facebook:

Quando i soldati tornano a casa dalla guerra, molti di essi pensano che il peggio è passato. Dopo tutto, ora sono liberi di vivere senza l’incubo di morire sul campo. Ma la realtà è molto più complicata e allarmante: in USA, il numero di reduci di guerra che si sono suicidati tra il 2008 e il 2017 è maggiore del numero dei soldati morti durante l’intera guerra del Vietnam. Secondo il sito di notizie della difesa Military.com, questi dati allarmanti sono stati condivisi all’inizio di questo autunno in un rapporto del Department of Veterans Affairs degli Stati Uniti.

In USA sono più i reduci di guerra suicidi negli ultimi 10 anni che i soldati morti in Vietnam

Immagine: BookBabe

Gli Stati Uniti subirono circa 58.000 morti durante la guerra del Vietnam, che si svolse dal 1955 al 1975. Quel conflitto ha ora lasciato il posto ad una diffusa epidemia di suicidi di reduci degli Stati Uniti, che ha causato la morte di oltre 61.000 ex soldati statunitensi.

In USA sono più i reduci di guerra suicidi negli ultimi 10 anni che i soldati morti in VietnamImmagine: jkmoller11

Il National Veteran Suicide Prevention Annual Report del 2019 ha anche rivelato che più della metà dei reduci di guerra suicidi hanno usato un’arma da fuoco per uccidersi. Le pistole sono state usate dal 70,7% dei reduci maschi nel 2017, e dal 43,2% delle reduci donne nello stesso anno.

In USA sono più i reduci di guerra suicidi negli ultimi 10 anni che i soldati morti in VietnamImmagine: tammyatWTI

Se si aggiungono i membri della Guardia Nazionale, sono circa 20 i reduci che ogni giorno si suicidano.

Queste terribili statistiche ci ricordano che gli orrori della guerra non si manifestano solo sul campo di battaglia, ma anche una volta tornati a casa.

Altrove sul Web

Che ne pensi?

Tag