Segui Keblog su Facebook:

Se ti capita di fare una passeggiata per la Siberia, sappi che potresti trovare le cose più inaspettate. Pavel Efimov stava passeggiando lungo il fiume Tirekhtyakh nella Repubblica russa di Sakha quando si è imbattuto in qualcosa di strano: una testa di lupo mozzata. Ma dopo un attento esame da parte degli esperti, si è scoperto che non si tratta di un lupo qualsiasi, ma di un predatore preistorico vissuto 40.000 anni fa durante l’era glaciale.

Altre info: Siberian Times

La testa di un gigantesco lupo preistorico trovata in Siberia

“È una scoperta straordinaria, si tratta dei primi resti mai trovati di un lupo adulto del Pleistocene e del suo tessuto ben conservato”, ha detto a The Siberian Times il paleontologo Albert Protopopov dell’Accademia delle Scienze della Repubblica di Sakha.

La testa di un gigantesco lupo preistorico trovata in Siberia

La testa, che supera la metà della lunghezza del corpo di un lupo contemporaneo, è sorprendentemente ben conservata con le sue zanne, la pelliccia spessa, i tessuti molli e il cervello intatto.

Sebbene questa non sia la prima scoperta di un lupo preistorico nel territorio siberiano, nei casi precedenti si trattava di teschi o resti di cuccioli. Si ritiene che questa testa provenga da un lupo adulto di età compresa tra i due e i quattro anni.

La testa di un gigantesco lupo preistorico trovata in Siberia

L’incredibile scoperta è stata annunciata in una mostra congiunta, organizzata da scienziati russi e giapponesi a Tokyo. Un’ulteriore analisi del DNA del lupo verrà eseguita da un team internazionale di scienziati presso il Museo Svedese di Storia Naturale. Esaminando il DNA del lupo preistorico, i ricercatori sperano di saperne di più sull’evoluzione di questi animali.

La testa di un gigantesco lupo preistorico trovata in Siberia

Oltre ad alcune analisi genetiche, le caratteristiche del lupo antico saranno ricostruite usando una radiografia non invasiva con la quale l’interno del cranio potrà essere esaminato senza distruggere la testa.

La testa di un gigantesco lupo preistorico trovata in Siberia

Il permafrost siberiano, che comprende anche aree del Canada settentrionale, dell’Alaska e della Groenlandia, ha ospitato altri incredibili reperti archeologici in passato. Recentemente, anche un cavallo estinto di 40.000 anni fa è stato scoperto intatto nel permafrost.

La testa di un gigantesco lupo preistorico trovata in Siberia

Come nel caso del cavallo, gli scienziati stanno valutando la possibilità di clonare il lupo preistorico per riportarlo in vita, una questione che solleva molti dubbi e perplessità.

Altrove sul Web

Che ne pensi?

Tag