in ,

“Che problemi ha il mio gatto?” 52 persone postano esilaranti foto dei loro gatti malfunzionanti

Segui Keblog su Facebook:

Se da un lato è vero che amiamo i gatti, dall’altro è altrettanto vero che non finiamo mai di conoscerli veramente. Anche se ci illudiamo e continuiamo a chiamarli i nostri “amici pelosi”, in realtà la logica dei gatti resta argomento di discussione e oggetto delle speculazioni dei poveri illusi che credono di poter riuscire a trovare la Stele di Rosetta per decifrare i loro bizzarri comportamenti.

Ma al di là di ciò, possiamo dire di aver comunque raggiunto dei punti fermi. Ad esempio, la scienza è riuscita a provare che i gatti sono dei liquidi ma che, al tempo stesso, sfidano le leggi della fisica. Inoltre, i gatti se ne infischiano della tua privacy e sanno essere teatrali. Tuttavia, i nostri gatti sembrano a volte essere vittime di qualche tipo di malfunzionamento. La buona notizia è che i loro amici umani hanno ora un luogo virtuale dove mostrare i loro gatti malfunzionanti.

Dai un’occhiata ad alcune tra le più divertenti foto di gatti in avaria, aggiungi una foto del tuo gatto “rotto” (trovi il pulsante in fondo) e non dimenticare che la classifica la decidi tu, basta mettere mi piace sotto le tue preferite!


I membri dello spiritoso gruppo di Reddit r/WhatsWrongWithYourCat postano foto divertenti dei loro gatti in atteggiamenti bizzarri e “sciocchi”. Questi comportamenti, per lo più inspiegabili, sono l’ennesima conferma che la mente gattesca è insondabile per noi poveri umani, e che possiamo ricondurre questi episodi e meri malfunzionamenti. Semplicemente, questi gatti non funzionano come da manuale delle istruzioni.

In realtà (e seriamente), gli esperti ritengono di poter dare delle spiegazioni ad alcuni dei comportamenti dei gatti. Ad esempio, quando il tuo gatto si strofina la testa su di te e ti dà quelle piccole testate, probabilmente sta facendo qualcosa in più che mostrarti affetto. Quello che sta facendo viene chiamato “bunting”.

I feromoni vengono rilasciati dalla sua testa, e strofinarla è il suo modo di marcare il suo possesso. Come strofina la testa sui mobili per lasciare il suo odore a marcare il territorio, lo stesso fa su di te. Qualcuno potrebbe affermare che questo confermerebbe che i gatti ci vogliono come loro schiavi, chi siamo noi per smentire?

Quando il tuo gatto fa il gesto di “impastare”, cioè preme le zampe su di te come per massaggiarti, può essere un comportamento felino piuttosto piacevole. L’istinto che il tuo micio ha di compiere questo gesto risale ai primi giorni dell’allattamento.

Premendo le zampe contro le ghiandole mammarie della mamma, il gattino stimola infatti la produzione del latte. Quando il tuo gatto fa questo da adulto, può voler dire che è contento, oppure che sta cercando di alleviare lo stress. In ogni caso, il fatto che gli ricordi la sua mamma può essere interpretata come un fatto positivo.

La capacità dei gatti di adattarsi a spazi ristretti non smette mai di stupirci e di divertirci. Con tutti i posti che ci sono per riposarsi (inclusa quella nuova e costosa cuccia che ha puntualmente ignorato), perché il tuo gatto sceglie di infilarsi e rannicchiarsi in scatole, lavandini e piccoli contenitori?

I piccoli spazi fanno sentire il tuo gatto al sicuro. Se si trovasse allo stato brado, in uno spazio aperto, vorrebbe riposarsi al riparo perché altrimenti sarebbe vulnerabile ai predatori. I felini hanno anche l’istinto naturale di tendere imboscate. Nascondendosi in piccoli spazi sono in grado di osservare l’ambiente circostante senza essere visti.

Aggiungi un'immagine

This field is required

Trascina qui le immagini

You don't have javascript enabled. Media upload is not possible.

Immagine da URL

Dimensione massima file: 8 MB.

Processing...

What do you think?

Keblogger: Giusy Valente

Ho lavorato nel campo dell'arte e della fotografia, e mi piace scrivere su diversi argomenti. Amo tutti gli animali e cerco di piacere soprattutto ai miei mici, dato che i gatti domineranno il mondo.

Ora Tocca a Te, Commenta!

Lascia un commento