Segui Keblog su Facebook:

Un numero sempre crescente di piccole aziende sta adottando la settimana lavorativa di quattro giorni. Ma ora, questa possibilità è stata presa in considerazione anche dalla Microsoft, e i risultati di una sua recente sperimentazione suggeriscono che potrebbe funzionare anche per le grandi aziende.

Lo scorso Agosto, Microsoft Japan ha intrapreso un esperimento, che ha chiamato “Work-Life Choice Challenge Summer 2019”, nel quale ha testato una settimana lavorativa di 4 giorni per l’intera forza lavoro. A circa 2300 dipendenti sono stati concessi cinque venerdì liberi senza riduzione dello stipendio e mantenendo intatti i loro giorni di ferie annuali. L’esperimento si è rivelato un enorme successo, la produttività è aumentata di quasi il 40 percento e il 92,1% dei dipendenti è stato molto più felice di andare a lavoro. “Lavora per poco tempo, riposa bene e impara molto. È necessario un ambiente che ti permetta di sentire il tuo scopo nella vita e di avere un impatto maggiore sul lavoro. Voglio che i dipendenti pensino e sperimentino come ottenere gli stessi risultati con il 20% in meno di orario di lavoro”, ha dichiarato Takuya Hirano, presidente e CEO di Microsoft Japan.

Microsoft in Giappone ha annunciato i risultati del loro esperimento: una settimana lavorativa di 4 giorni

Una settimana lavorativa di 4 giorni? Microsoft ha scoperto che migliora la produttività del 40%

Immagine: Coolcaesar

La settimana lavorativa di 5 giorni è profondamente radicata nella nostra cultura, anche se sempre più studi dimostrino che settimane lavorative più brevi favoriscono una maggiore produttività. In effetti, alla fine del ‘700 lavorare per 10-16 ore al giorno era considerato normale, perché le fabbriche dovevano essere gestite 24 ore su 24, 7 giorni su 7. È stato l’attivista gallese Robert Owen che ideò lo slogan “Otto ore di lavoro, otto ore di svago, otto ore di riposo” ad avere introdotto l’idea delle 8 ore lavorative. Oggi nessuno metterebbe in discussione le 8 ore al giorno di lavoro per 5 giorni a settimana, perché è la nuova “normalità”. Tuttavia, sempre più aziende e scienziati stanno mettendo in dubbio tutto ciò, inclusa la Microsoft Japan. Come riferito dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro nel 2018, “Le migliori prove empiriche disponibili mostrano che la riduzione dell’orario di lavoro full time può portare a numerosi risultati positivi per i lavoratori, per le imprese e per la società nel suo insieme: meno problemi di salute sul lavoro e ridotti costi di assistenza sanitaria; posti di lavoro migliori e più numerosi; migliore equilibrio tra vita lavorativa e vita privata; dipendenti più soddisfatti, motivati ​​e produttivi che portano a imprese più sostenibili”.

La produttività dei dipendenti è aumentata di quasi il 40%, e in molti non sono sorpresi

Una settimana lavorativa di 4 giorni? Microsoft ha scoperto che migliora la produttività del 40%Immagine: Manidis Roberts

Per adattarsi alla settimana lavorativa di 4 giorni, molte riunioni presso Microsoft Japan sono state abbreviate (30 minuti massimo), svolte da remoto o ridotte di numero in favore dei sistemi di messaggistica online. Anche il tempo trascorso a rispondere alle email è stato tagliato. Non solo il weekend di 3 giorni ha portato un aumento della produttività del 39,9%, ma i dipendenti hanno chiesto il 25,4% in meno di permessi, il consumo di elettricità è stato ridotto del 23,1% e le pagine stampate si sono ridotte del 58,7%. Questo significa solo una cosa: i fine settimana lunghi sono migliori non solo per i dipendenti e per il loro benessere, ma anche per l’ambiente stesso perché vengono utilizzate meno risorse.

Forse questo esperimento è collegato al fatto che in Giappone esiste l’arte dell’inemuri, cioè del dormire sul lavoro o in luoghi pubblici? Che ne pensi? Secondo te anche in Italia un weekend lungo aumenterebbe la produttività?

Altrove sul Web

Che ne pensi?

Tag