in ,

Fotografo trova i sosia di 17 persone, ma sono gatti

Segui Keblog su Facebook:

Abbiamo già avuto modo di scorrere tra le foto di utenti dei social che hanno trovato i loro sosia e doppelganger. Il fotografo Gerrard Gethings ha avuto l’idea di cercare i sosia delle persone e realizzarne una serie fotografica. Solo che, nel suo caso, i sosia sono gatti!

In molti vedono delle somiglianze tra la fisionomia degli umani e quella degli animali (avete visto il nostro articolo su animali che somigliano a personaggi famosi?), e spesso c’è chi le scorge tra gli animali domestici e i loro compagni umani. Ma la serie di Gethings porta il concetto ad un altro livello.

Il progetto fotografico è persino diventato un gioco memory intitolato “Do You Look Like Your Cat?”. Date un’occhiata qui sotto e non dimenticate che la classifica la decidete voi mettendo “mi piace” sotto i vostri preferiti!

Altre info: Instagram | Twitter | GerrardGethings.com


Gethings è un fotografo londinese specializzato nella fotografia di animali, e in questo suo progetto accosta persone e gatti somiglianti tra loro, lavorando sulle pose e la luce per creare dei ritratti assolutamente straordinari. Osservando queste immagini sembra come se queste persone avessero trovato le versioni feline di se stesse, e le foto hanno un qualcosa di sovrannaturale.

Sebbene sarebbe fantastico se le persone di questi ritratti fossero i proprietari dei rispettivi gatti, non è così. Questa serie fotografica è il risultato di lunghe ricerche per abbinare ogni gatto alla persona giusta (o viceversa?), un po’ come si fa durante il casting di un film.

Non è la prima volta che Gethings lavora a questo tipo di progetto. In precedenza, ne aveva realizzato uno sulla somiglianza tra cani e rispettivi proprietari e aveva riscosso un grande successo. La differenza con la precedente serie, però, è che i gatti sono molto più difficili da fotografare (non avevamo dubbi, ricordate il nostro articolo sui gatti che odiano i selfie?).

In realtà, il fotografo spiega di aver prima realizzato i ritratti dei gatti, poi si è messo alla ricerca dei sosia umani basandosi sulle caratteristiche fisiche dei piccoli felini. Tutte le persone avvicinate da Gethings si sono mostrate ben disposte a partecipare al progetto fotografico.

Scattare foto ai gatti è stato un compito arduo, spiega lo stesso fotografo, e ha richiesto una certa quantità di biscottini, lusinghe, coccole e… qualche graffio. A differenza dei cani, che entravano volentieri nello studio del fotografo, Gethings ha dovuto fotografare ogni gatto nella propria casa, armato di giocattoli, snack per gatti, e senza la certezza che, alla fine, il servizio fotografico sarebbe stato un successo.

Più di una volta, il fotografo si presentava casa del gatto, e questo non ne voleva sapere di uscire da sotto il letto. Altre volte, il gatto lo osservava mentre installava tutta l’attrezzatura e le luci, poi, quando tirava fuori la macchina fotografica, si nascondeva e non tornava più. Tipico di un gatto, no?

Nel corso degli anni, Gethings ha fotografato mucche, pecore, capre, piccioni, api e personaggi famosi, ma dice di preferire di gran lunga gli animali alle celebrità.

What do you think?

Keblogger: Francesca Proietti

Appassionata di animali, fotografia, artigianato e viaggi, nonché keblogger sfegatata!

Ora Tocca a Te, Commenta!

Commenta

Lascia un commento