Segui Keblog su Facebook:

Non importa cosa l’influencer di turno voglia mostrare, il protagonista indiscusso dell’immagine sarà sempre il suo corpo. Dando una rapida occhiata a vari account su Instagram scopriamo che la maggior parte delle foto pubblicate sono solo una scusa per mostrare gambe lunghe e affusolate, glutei scolpiti (o photoshoppati?), labbra prominenti e sguardi ammiccanti.

Il viaggio a Roma? In posa davanti al Colosseo, posizionati con cura affinché nella foto non compaiano altre persone (è importante dare l’impressione che il luogo scelto per lo scatto sia stato scoperto dall’influencer), immortalati con petto in fuori e sguardo seducente, e il suggestivo anfiteatro, utilizzato un tempo per selvaggi scontri tra gladiatori, relegato a semplice sfondo.

L’artista russo Anton Gudim, attraverso fumetti satirici, evidenzia l’assurdità da commedia dark di questa realtà. Cosa ne pensi? C’è del vero in questi ritratti sarcastici? Perché alcune persone sentono il bisogno di sfoggiare costantemente il proprio corpo sul web? Scrivi la tua opinione nei commenti!

Esplorando Instagram insieme all’artista Anton Gudim

Fumetti Satira Instagram Anton Gudim

Gudim evidenzia come in qualunque tipo di foto pubblicata dall’influencer di turno, il corpo sia il vero protagonista

Fumetti Satira Instagram Anton Gudim La maggior parte delle foto pubblicate sono solo un pretesto per mettersi in mostra

Fumetti Satira Instagram Anton Gudim

Qualunque sia lo scenario proposto, l’influencer mostra gambe, glutei ed altri parti del corpo in un continuo omaggio a se stesso

Fumetti Satira Instagram Anton Gudim

Nelle foto di viaggio per esempio, potrete notare come famosi monumenti diventano semplici pretesti per fotografarsi

Fumetti Satira Instagram Anton Gudim

L’unico e solo protagonista resta lui: l’influencer

Fumetti Satira Instagram Anton Gudim

Fumetti Satira Instagram Anton Gudim

Altrove sul Web

Che ne pensi?

Tag