in

Cina, mete turistiche e centri commerciali si riempiono dopo il lockdown, ma il rischio è alto

Segui Keblog su Facebook:

La Cina è uscita dal lockdown disposto in seguito all’epidemia di coronavirus COVID-19 che ha colpito il paese, e la gente, desiderosa di uscire finalmente dalle loro abitazioni, si sta riversando in massa sui luoghi più frequentati. Ma forse è troppo presto. Durante il fine settimana, infatti, un gran numero di persone si è riversato nelle mete turistiche e nelle principali città della Cina, nonostante le autorità sanitarie avessero avvertito che il rischio rappresentato dalla pandemia di coronavirus è ancora presente.

Le immagini del parco di Huangshan, nella provincia di Anhui, scattate sabato 4 aprile, mostrano migliaia di persone, molte delle quali con mascherine, ammassate lungo i percorsi e desiderose di vivere i grandi spazi aperti dopo mesi di restrizioni e rigide misure di distanziamento sociale.

Cina, mete turistiche e centri commerciali si riempiono dopo il lockdown, ma il rischio è altoImmagine: Keith Zhai

L’affluenza è stata talmente massiccia che alle 7.48 del mattino le autorità del parco hanno emesso un insolito avviso in cui si dichiarava che il parco aveva raggiunto la capacità massima giornaliera di 20.000 persone e che non avrebbe consentito l’ingresso di altri visitatori.

Cina, mete turistiche e centri commerciali si riempiono dopo il lockdown, ma il rischio è alto

Immagine: Keith Zhai

Anche in città come Shanghai e Pechino la gente ha affollato spazi aperti, centri commerciali e ristoranti. Un ritorno alla normalità piuttosto brusco, a distanza di tre mesi dalla scoperta del virus nella città di Wuhan. Lunedì la Cina ha riportato ufficialmente solo 39 nuovi casi in tutto il paese, tutti importati tranne uno.

Cina, mete turistiche e centri commerciali si riempiono dopo il lockdown, ma il rischio è altoImmagine: Reuters World

Ma anche se il governo sta lentamente allentando le restrizioni, esperti e scienziati cinesi esortano il pubblico a continuare ad essere cauti perché gli asintomatici potrebbero essere molti e la Cina non ha ancora visto la fine dell’epidemia.

Per questo, il governo centrale ha dato segnali di voler rimandare la riaperture troppo rapida di cinema, teatri e località turistiche, e di chiudere quelle che erano state riaperte, per evitare di scatenare una seconda ondata di infezioni nel paese.

Cina, mete turistiche e centri commerciali si riempiono dopo il lockdown, ma il rischio è altoImmagine: Yu Fu

Dopo che le immagini della folla nel parco di Huangshan sono apparse sui social media, gli organi di stampa ufficiali cinesi hanno lanciato un monito ai turisti, esortandoli ad evitare assembramenti.

What do you think?

Altrove sul Web

Commenta

Lascia un commento